Udine Atto

Contributi comunali di assistenza economica. Determinazione delle soglie I.S.E.E. per l'anno 2017. (N. 2016/00503)

Delibera della Giunta comunale N° 2016/00503 del 20 dicembre 2016

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
1.12.2016
  • 20.12.2016
  • approvato


Firmatari

  • Antonella Nonino
    Assessore ai Diritti e all'Inclusione Sociale
    Monitorato da 10 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE

RICHIAMATA la deliberazione giuntale n. 160 d'ord. del 19/05/2015, avente ad oggetto “Contributi comunali di assistenza economica. Adeguamento alla normativa I.S.E.E.”, con la quale:

ai sensi del D.P.C.M. 05/12/2013, n. 159, è stato esteso lo strumento dell'I.S.E.E. anche alle prestazioni sociali agevolate relative ai contributi di assistenza economica erogati dal Comune di Udine, disciplinati altresì dalla deliberazione giuntale n. 439 d’ord. del 02/12/2008, con la quale sono state approvate le linee guida per la definizione dei criteri e delle specifiche modalità di attuazione degli interventi di assistenza economica comunali;
si è provveduto ad individuare una soglia di accesso relativa alla generalità dei contributi economici individuati nell'allegato A) alla predetta deliberazione giuntale n. d'ord. 439/2008 ed una soglia di accesso, di importo più elevato, relativa alle sole tipologie di assistenza economica indicate ai punti b “Contributi economici straordinari”, c3 “Contributi finalizzati consistenti nel rimborso spese sanitarie e/o farmaceutiche” e c4 “Contributi finalizzati al sostegno di spese odontoiatriche” nel predetto allegato A), considerato che tali ultime tipologie di contributo rispondono a necessità una tantum di cittadini comunque in situazione di disagio economico e sociale;
RICHIAMATO, altresì, il punto 5. della sopra richiamata deliberazione giuntale n. 160 d'ord. del 19/05/2015, che ha stabilito che la determinazione delle suddette soglie di accesso aveva carattere provvisorio e sperimentale e che la Giunta di riservava di rivederle, per l'anno 2016, a seguito dell'analisi delle D.S.U. e degli I.S.E.E. riferiti alle domande di contributo di assistenza economica pervenute nell'anno 2015;

RICHIAMATA la deliberazione giuntale n. 60 d’ord. del 23/02/2016, avente ad oggetto “Contributi assistenziali di assistenza economica. Determinazione delle soglie ISEE per l’anno 2016”, con la quale, verificato che le predette soglie I.S.E.E. di riferimento si erano dimostrate ben rispondenti alla situazione degli utenti in carico al Comune di Udine e delle attestazioni I.S.E.E. presentate dagli stessi nell'anno 2015, si è provveduto a riapprovare le medesime soglie I.S.E.E. di accesso ai contributi di assistenza economica anche per l’anno 2016;

RITENUTO opportuno, considerate le particolari condizioni dei richiedenti i contributi in argomento, appartenenti ad una fascia sociale particolarmente debole ed a rischio di emarginazione sociale, confermare che la valutazione della condizione economica del nucleo richiedente deve essere effettuata attraverso lo strumento dell'I.S.E.E. così come di seguito individuato, al quale si affiancherà necessariamente la valutazione tecnico-professionale da parte dell'Assistente sociale referente, secondo gli attuali parametri di riferimento;
RICHIAMATA altresì la direttiva assessorile PI/C 0005357 del 27/06/2016, avente ad oggetto “Applicazione della deliberazione di Giunta comunale n. 447 d'ord. del 22/12/2015 al procedimento di concessione di contributi economici assistenziali”, con la quale, tenuto conto della scadenza dell’I.S.E.E., è stato tra l’altro stabilito che il periodo di concessione dei contributi non potrà andare oltre il mese di aprile dell'anno successivo e che per la continuazione dell'intervento, all'atto della presentazione della nuova domanda e della predisposizione del nuovo progetto assistenziale individuale, dovrà essere allegato un nuovo I.S.E.E. in corso di validità;

VISTO il Decreto Legislativo 18/08/2000, n. 267 e successive modifiche ed integrazioni;
DATO ATTO che il presente provvedimento non comporta riflessi contabili per l’Ente;
VISTO il parere favorevole espresso, ai sensi dell’art. 49 comma 1 del D.Lgs. 267/2000, dal Direttore del Dipartimento Servizi alla Persona e alla Comunità dott. Filippo Toscano e conservato agli atti presso l’Ufficio proponente,

DELIBERA
per quanto esposto in premessa:
di confermare, per l'anno 2017, le seguenti soglie I.S.E.E. per l'accesso ai contributi di assistenza economica:
I.S.E.E. del nucleo familiare del richiedente non superiore ad € 6.531,07, per accedere a tutte le tipologie di assistenza economica, indicate nell'allegato A) alla predetta deliberazione giuntale n. d’ord. 439/2008 (contributi economici a carattere continuativo, a carattere straordinario e finalizzati);
I.S.E.E. del nucleo familiare del richiedente aumentata fino ad € 8.180,87, per accedere alle sole tipologie di assistenza economica indicate ai punti b “Contributi economici straordinari”, c3 “Contributi finalizzati consistenti nel rimborso spese sanitarie e/o farmaceutiche” e c4 “Contributi finalizzati al sostegno di spese odontoiatriche” dell'allegato A) alla sopra richiamata deliberazione giuntale n. d’ord. 439/2008 (interventi a carattere una tantum);
di confermare che, in ogni caso, la concessione di contributi economici assistenziali, pur in presenza di un I.S.E.E. pari o al di sotto delle soglie sopra indicate, continua ad avvenire a seguito di valutazione tecnico-professionale ed elaborazione di un progetto assistenziale personalizzato da parte del Servizio sociale territoriale, secondo le modalità ed i criteri stabiliti dalla citata deliberazione giuntale n. d’ord. 439/2008 - che rimangono pertanto confermati - sia per quanto concerne le linee guida per la definizione di detti criteri e di dette modalità di attuazione degli interventi di assistenza economica, sia per quanto concerne i limiti massimi e le tipologie dei contributi, sia per quanto concerne la documentazione da allegarsi a corredo dell'istanza, come prevista con la determinazione dirigenziale n. 781 Cron. del 24/06/2015;
di confermare che il periodo di erogazione dei contributi concessi alle persone non potrà andare oltre il mese di aprile 2018 e che, oltre tale termine, ai fini della prosecuzione dell'intervento, all'atto della presentazione della nuova domanda e della predisposizione del nuovo progetto assistenziale individuale, l’utente dovrà risultare in possesso di valida attestazione I.S.E.E..
L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.