Udine Atto

Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale. Passaggio funzioni comunali dal 1 gennaio 2017. Atti propedeutici. Cessione in comodato dei veicoli in uso al Corpo di Polizia Locale del Friuli Centrale e al Sistema Locale dei Servizi Sociali. (N. 2016/00530)

Delibera della Giunta comunale N° 2016/00530 del 29 dicembre 2016

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
28.12.2016
  • 29.12.2016
  • approvato


Firmatari

  • Cinzia Del Torre
    Assessore al Bilancio e all'Efficacia organizzativa
    Monitorato da 6 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE


Richiamata la Legge Regionale 12 dicembre 2014, n. 26 recante “Riordino del sistema Regione – Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni Territoriali Intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative” e ss.mm.ii.;

Dato atto che il Comune di Udine ha aderito a far data dal 15 aprile 2016 all’Unione Territoriale Intercomunale (UTI) denominata “Friuli Centrale”, la quale esercita le funzioni trasferire dalla legge e dallo Statuto vigenti nel tempo, con le decorrenze dagli stessi previste;

Considerato che, dal 1° gennaio 2017, saranno trasferite all’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale, tra le altre, le funzioni comunali inerenti la Polizia Locale e il Sistema Locale dei Servizi Sociali;

Attesa, dunque, la necessità di predisporre ogni atto necessario a garantire l’effettiva operatività di detto passaggio, disciplinando i rapporti tra l’UTI e i singoli Comuni aderenti anche per quel che riguarda le dotazioni di beni e servizi;

Considerato che i due Servizi in oggetto, allo stato attuale, dispongono entrambi presso il Comune di Udine, per le proprie attività di istituto, di veicoli (velocipedi, ciclomotori, motoveicoli, autoveicoli) in assegnazione in uso esclusivo, secondo quanto disposto dal vigente Regolamento sull’organizzazione ed il funzionamento dell’autoparco comunale, approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 340 del 28 ottobre 2014 e che detti veicoli sono essenziali per l’esercizio delle attività di polizia locale e per il lavoro dei professionisti socio assistenziali;

Vista la richiesta, pervenuta per le vie brevi e a seguito dei colloqui intercorsi al riguardo e degli approfondimenti operati, da parte dal Direttore Generale dell’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale, di concedere all’UTI stessa, con decorrenza 1° gennaio 2017, l’uso dei veicoli del Comune di Udine appartenenti all’autoparco precedentemente in dotazione alla Polizia Locale e al Sistema Locale dei Servizi Sociali;

Valutate le diverse possibili soluzioni e ritenuto che quella più corretta dal punto di vista giuridico, meno onerosa sul piano economico, nonché celermente praticabile, anche in base alle indicazioni tratte dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nonché dai funzionari della locale Motorizzazione Civile, possa essere quella del “comodato a titolo gratuito”;

Ritenuto, dunque, di procedere attraverso la cessione in comodato dei veicoli, sia per quanto riguarda quelli precedentemente in dotazione al Servizio Polizia Locale, di cui all’allegato sub. 1) al presente atto, sia per quanto riguarda quelli precedentemente in dotazione all’Ambito Distrettuale n. 4.5 dell’Udinese (anche denominato Servizio Sociale dei Comuni - SSC), di cui all’allegato sub. 2) al presente atto;

Considerata la natura gratuita di detto contratto, disciplinato dagli artt. 1803 e seguenti del codice civile, vista la natura dei rapporti tra Comuni e UTI e ritenuto di formalizzare la cessione attraverso la sottoscrizione congiunta di un contratto tra il Comune di Udine e l’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale concernente l’assegnazione in comodato gratuito degli automezzi adibiti a servizio di Polizia Locale e al Sistema Locale dei Servizi Sociali, con disciplina dell’oggetto del contratto, dell’uso dei beni concessi, della durata dello stesso, degli obblighi del comodatario e al comodante (allegato sub. 3 al presente atto);

Dato atto che ai sensi dell’articolo 94, comma 4-bis del vigente Codice della Strada si renderà necessario procedere all’aggiornamento della carta di circolazione dei veicoli oggetto di cessione, in quanto trattasi di concessione in uso esclusivo per un periodo superiore a 30 giorni naturali e consecutivi a soggetto diverso dall’intestatario;

Preso atto che, tra i beni attualmente in uso al Servizio Polizia Locale rientra anche un aeromobile e pilotaggio remoto (APR) comunemente noto come “drone”, che può essere assimilato, per regime giuridico e assicurativo, ai veicoli, e ritenuto di concedere con le stesse modalità anche tale bene;

Ritenuto utile concedere in comodato anche ogni altro mezzo in uso, come i velocipedi, già in dotazione ai due Servizi, pur non essendo necessario, per gli stessi, procedere ad annotazioni di sorta;

Preso atto che si procederà, conseguentemente, alle relative annotazioni nell’inventario comunale;

Ritenuto congruo un periodo di durata del contratto di comodato di anni tre (3 anni), in questa fase di primo avvio delle Unioni Territoriali Intercomunali, decorrenti dal 1° gennaio 2017 e termine al 31 dicembre 2019, salvo rinnovo;

Valutata l’opportunità che in questo primo triennio di vigenza del contratto di comodato gli oneri connessi al funzionamento e alla circolazione dei veicoli, quali:

tassa automobilistica (c.d. bollo auto);

assicurazione RCA;

manutenzione ordinaria e straordinaria;

carburanti;

lavaggi;

pedaggi autostradali;

ogni altro eventuale onere collegato all’utilizzo dei veicoli per il quale siano già in corso appalti e contratti stipulati dal Comune di Udine;

siano gestiti direttamente dal Comune di Udine tramite la struttura del Servizio Amministrativo Appalti – U.Org. Economato e Acquisti – Ufficio Autoparco, prevedendo il regolare rimborso degli stessi da parte dell’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale, sulla base della quantificazione dei costi che verrà operata dal competente ufficio comunale, dando atto che nel corso del 2017 verrà poi definito compiutamente un piano degli oneri e dei rimborsi;

Dato atto che per tutto il periodo di vigenza del contratto di comodato e per quanto non espressamente previsto nello stesso troverà applicazione integrale il vigente Regolamento sull’organizzazione ed il funzionamento dell’autoparco comunale, approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 340 del 28 ottobre 2014;

Vista la bozza di contratto di comodato gratuito predisposta dagli uffici comunali;

Tutto ciò premesso e considerato;

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, dal Dirigente del Servizio Amministrativo Appalti dott.ssa Antonella Manto e dal Responsabile del Servizio Finanziario, dott.ssa Marina Del Giudice, e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente,

DELIBERA

di concedere, in comodato d’uso a titolo gratuito all’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale i seguenti veicoli appartenenti all’autoparco comunale:

al Corpo di Polizia Locale del Friuli Centrale i veicoli indicati nell’allegato sub. 1);

al Sistema Locale dei Servizi Sociali i veicoli indicati nell’allegato sub. 2);

di approvare l’allegato schema di contratto di comodato (allegato sub. 3);

di stabilire in anni tre la durata del contratto di comodato, decorrenti dal 1° gennaio 2017 e termine al 31 dicembre 2019, periodo rinnovabile;

di autorizzare il Dirigente del Servizio Amministrativo Appalti, nella sua qualità di Responsabile dell’Autoparco comunale ed ai sensi del vigente Regolamento sull’organizzazione ed il funzionamento dell’autoparco comunale, approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 340 del 28 ottobre 2014 a sottoscrivere il contratto di comodato per conto del Comune di Udine;

di demandare all’U.Org. Economato e Acquisti l’esecuzione del contratto di comodato nella parte riguardante gli obblighi del comodante nonché ogni altro adempimento conseguente;

di prendere atto che in questo primo triennio di vigenza del contratto di comodato gli oneri connessi al funzionamento e alla circolazione dei veicoli, quali:

tassa automobilistica (c.d. bollo auto);

assicurazione RCA;

manutenzione ordinaria e straordinaria;

carburanti;

lavaggi;

pedaggi autostradali;

ogni altro eventuale onere collegato all’utilizzo dei veicoli per il quale siano già in corso appalti e contratti stipulati dal Comune di Udine;

siano gestiti direttamente dal Comune di Udine tramite la struttura del Servizio Amministrativo Appalti – U.Org. Economato e Acquisti – Ufficio Autoparco, prevedendo il regolare rimborso degli stessi da parte dell’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale, sulla base della quantificazione dei costi che verrà operata dal competente ufficio comunale, dando atto che nel corso del 2017 verrà poi definito compiutamente un piano degli oneri e dei rimborsi;

di dare atto che l'allegato sub. 3) costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, mentre gli allegati sub. 1) e sub. 2), pur facenti parte integrante e sostanziale della medesima non vengono materialmente allegati e sono conservati agli atti dell'ufficio proponente. 

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.