Udine Atto

Tariffe Sale per uso matrimoni - Anno 2017 (N. 2017/00081)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00081 del 07 marzo 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
27.2.2017
  • 7.3.2017
  • approvato


Firmatari

  • Antonella Nonino
    Assessore ai Diritti e all'Inclusione Sociale
    Monitorato da 10 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE


	Premesso che l’art. 6 del D.L. 28.02.1983 n. 55, convertito con modificazioni in Legge 26 aprile 1983 n. 131, stabilisce l’obbligo per i Comuni di definire, non oltre la data della deliberazione  del bilancio di previsione, la misura percentuale dei costi di tutti i servizi pubblici a domanda individuale che viene finanziata da tariffe, contribuzioni o entrate specificatamente destinate e rilevato che ai sensi del secondo comma del predetto articolo devono essere definite anche le tariffe e contribuzioni;

	Visto il D.M. 31.12.1983, che individua le categorie dei servizi pubblici a domanda individuale;

	Vista la circolare n.8/91 del 25.09.1991 della direzione Regionale degli Enti locali della Regione Friuli  Venezia Giulia;

	Precisato che rientrano  nella competenza del Servizio Demografico e Decentramento la tariffazione concernente le sale e gli impianti  circoscrizionale  nonché le sale a pagamento ad uso matrimoni;

Dato atto  che con deliberazione giuntale n. 517 del 20.12.2016 è stata confermata la gratuita d’utilizzo delle sale circoscrizionali (con  capienza non sup. a 25 pers.) e delle  sale polifunzionali  nonché  l’applicazione della tariffa,  fatti salvi alcuni casi di esonero, per la fruizione dell’Auditorium Menossi, fermo restando   i criteri e le  modalità stabiliti rispettivamente con  le deliberazioni n. 99 e 100 del 15.3.2016;  

Rilevato che  per le celebrazioni dei  matrimoni civili,  la normativa prevede la gratuità di almeno un sito, per l’esercizio obbligatorio di tale funzione che resta confermata  nella sala c.d. “Matrimoni” sita nella  sede comunale di Via B. Odorico da Pn, gratuita  sia per i residenti che per  non residenti  (da considerare quindi extra – tariffa) 

Ritenuto di confermare inoltre i siti previsti, per la celebrazione dei matrimoni a pagamento e di mantenere le tariffe 2016 anche per l’anno in corso,       

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, dalla Dirigente del Servizio Demografico, Decentramento e Politiche di Genere, dott. Paola Asquini, e dalla Responsabile del Servizio Finanziario, dott. Marina Del Giudice, e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente, 
D E L I B E R A

di  mantenere invariate le tariffe per i servizi pubblici  a domanda individuale relativamente all’uso delle sale per celebrazioni  di matrimoni e unioni civili, nonché le sedi, giornate ed orari  individuati  nel 2016 che risultano dal documento allegato che costituisce parte integrante e sostanziale del  presente provvedimento;

di dare atto che le previsioni di gettito relative  ai servizi in oggetto, da iscriversi al Bilancio di Previsione 2017-2019 in corso di  formazione, saranno coerenti rispetto al trend consolidato nonché alle tariffe stabilite con il presente atto e che ogni eventuale variazione di tale gettito dovrà essere tempestivamente comunicata al Servizio Finanziario al fine della verifica degli equilibri di Bilancio.   

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.