Udine Atto

Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019: Piano degli obiettivi (N. 2017/00245)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00245 del 27 giugno 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
12.6.2017
  • 27.6.2017
  • approvato


Firmatari

  • Gabriele Giacomini
    Assessore all'Innovazione e allo Sviluppo Economico
    Monitorato da 7 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE

Atteso che:

l'art. 169 del T.U. delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. 18.08.2000, n. 267), come modificato dal D. Lgs. 118/2011 e s.m.i.,  prevede che la Giunta delibera, in coerenza con il bilancio di previsione e con il documento unico di programmazione, il Piano Esecutivo di Gestione (PEG), riferito ai medesimi esercizi considerati nel bilancio, con il quale individua gli obiettivi di gestione ed affida gli stessi, unitamente alle dotazioni necessarie, ai responsabili dei servizi; 
l’art. 39 della L.R. n. 18/2016 stabilisce che, le amministrazioni adottano, con le modalità e per la durata stabilite nei provvedimenti di organizzazione, avvalendosi del supporto dell'organismo indipendente di valutazione un documento programmatico o piano della prestazione, costantemente aggiornato ai fini dell'inserimento di eventuali variazioni nel periodo di riferimento, che definisce, con riferimento agli obiettivi individuati e alle risorse disponibili, gli indicatori per la misurazione e la valutazione della prestazione dell'amministrazione, nonché gli obiettivi individuali assegnati ai dirigenti e relativi indicatori;

l’art. 5, comma 3 del Regolamento del sistema integrato dei controlli interni, approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 11 del 26/02/2013, prevede che il piano dettagliato degli obiettivi e il piano della performance siano unificati organicamente nel piano esecutivo di gestione e, che pertanto, nella redazione del PEG vengano indicati anche gli indicatori di misurazione della performance;

Vista la L.R. FVG 26/2014 e ss.mm. e integrazioni, avente ad oggetto “Riordino del sistema Regione - Autonomie Locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni territoriali Intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative”;

Tenuto conto che:

ai sensi dell'art. 56 quater della legge regionale sopraccitata, a decorrere dal 15/04/2016, è stata costituita di diritto l'Unione territoriale intercomunale (UTI) del Friuli Centrale tra i Comuni di Campoformido, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Tavagnacco, Tricesimo e Udine; 

che a decorrere dal 1° luglio 2016 l’UTI Friuli centrale svolge le funzioni comunali nelle seguenti materie:

programmazione e pianificazione territoriale di livello sovracomunale;

elaborazione e presentazione di progetti a finanziamento europeo;

catasto;

pianificazione di protezione civile;

programmazione e gestione dei fabbisogni di beni e servizi in relazione all’attività della Centrale Unica di Committenza regionale;

che a decorrere dall’1 gennaio 2017 l’Unione svolge le funzioni comunali nelle seguenti ulteriori materie:

gestione del personale e coordinamento dell’organizzazione generale dell’amministrazione e dell’attività di controllo;

sistema locale dei servizi sociali di cui all’art. 10 della L.R. 6/2006;

polizia locale e amministrativa;

attività produttive e Sportello Unico;

gestione dei servizi tributari;

procedure autorizzatorie in materia di energia;

organizzazione dei servizi pubblici di interesse economico generale;

attività connesse ai sistemi informativi e alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione strumentali all’esercizio delle funzioni e dei servizi;

che nella seduta del 29/05/2017 il Consiglio Comunale ha deliberato:

 di mantenere in capo al Comune di Udine, la gestione autonoma e diretta delle funzioni in materia di opere pubbliche e procedure espropriative, di pianificazione territoriale comunale ed edilizia privata, di edilizia scolastica e servizi scolastici, e di non avvalersi dell’UTI Friuli centrale per l’esercizio delle stesse né di attivare convenzioni per la gestione in forma associata con gli altri Comuni facenti parte dell’Unione;

di gestire la funzione comunale “statistica” attraverso il regime differenziato ex art. 29 L.R. 26/2014, mantenendone l’esercizio in forma singola e diretta da parte del Comune e non associata tramite l’Unione del Friuli centrale;  

che, ai sensi dell'art. 56 ter della legge regionale 26/2014, a decorrere dall'1 gennaio 2018 sono gestite in forma associata tramite le Unioni tutte le funzioni dei Comuni in materia di sistema locale dei Servizi sociali di cui all' articolo 10 della legge 6/2006;


Premesso che:
con deliberazione di Consiglio Comunale n. 80 del 3 ottobre 2016 è stato approvato di mantenere, in capo al Comune di Udine, la gestione autonoma e diretta delle funzioni relative ai servizi finanziari e contabili ed al controllo di gestione, anziché conferirla in esercizio associato tramite l’UTI Friuli Centrale;

con deliberazione di Giunta n. 419 del 3 novembre 2016 è stato approvato il Trasferimento definitivo del personale del Comune di Udine all’Unione Territoriale Intercomunale Friuli Centrale a seguito del trasferimento delle funzioni di cui alla L.R. 26/2014 e successive modifiche ed integrazioni;

con deliberazione di Giunta n. 9 del 24 gennaio 2017 è stata approvata una Parziale riorganizzazione dell'assetto della macrostruttura organizzativa del Comune di Udine a seguito del trasferimento delle funzioni di cui alla L.R. 26/2014 all'Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale;

con deliberazione di Giunta n. 170 del 9 maggio 2017 la Giunta Comunale è stata approvata la modifica della struttura organizzativa del Comune di Udine trasferendo le competenze dell’U.S. “Permessi e concessioni” all’interno del Servizio Edilizia Privata – Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambiente a decorrere dal 1° maggio 2017;

Ritenuto opportuno, con riferimento alle attività svolte dall’ufficio Permessi e concessioni, assegnare attività e risorse redistribuendo le competenze fra Servizio Edilizia Privata, U. Org., Unità Organizzativa Turismo e Marketing Urbano e U. Org. Mobilità, così come indicato dall’allegato A alla presente deliberazione;

	Visti i decreti del Sindaco:

n. 35 del 9 maggio 2013, con il quale l’avv. Carmine Cipriano è stato confermato titolare della Segreteria Generale;

n. 64 del 07/06/2013, con cui sono state attribuite al Segretario Generale, avv. Carmine Cipriano, le funzioni dirigenziali connesse all’attività dei Servizi e Unità Organizzative collocate all’interno della struttura della Direzione Generale a decorrere dal 8/05/2013;

n. 70 del 21/06/2013, con cui sono state conferite al Segretario Generale ulteriori funzioni dirigenziali, tra le quali in particolare la responsabilità del procedimento di formazione del Piano Esecutivo di Gestione da sottoporre alla Giunta Comunale;

Visti i decreti del Sindaco, relativi agli incarichi dirigenziali assegnati ai dirigenti assunti con contratto a tempo indeterminato:

nn. 69, 70, 71, 72, 73, 74, 75, 76, 77, 78, del 2016, con i quali gli incarichi sono stati conferiti per il periodo 01/01/2017-31/12/2017 e n. 2 del 2017 di integrazione del decreto n. 71 del 2016;

Visto il decreto del Sindaco n. 59 del 2016 con il quale è stato prorogato il rapporto di lavoro a tempo determinato con l’arch. Barbara Gentilini per l’esercizio delle funzioni di Dirigente del Servizio Mobilità a decorrere dal 1° dicembre 2016 e fino al 28 febbraio 2017 compresi;

Considerato che:

il decreto del Sindaco n. 71 del 2016 individua l’ing. Marco Disnan quale sostituto in caso di assenza o impedimento dei dirigenti dei Servizi collocati nella struttura del Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambiente;

il Servizio Mobilità è alle dirette dipendenze del Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambiente;
Viste:

- la deliberazione giuntale n. 67 del 28 febbraio 2017 con la quale è stata istituita, con validità dal 1° marzo 2017 al 30 giugno 2017, l’Unità Organizzativa “Mobilità” che viene collocata nella struttura organizzativa del Servizio Mobilità al fine di assicurare il regolare svolgimento dell’attività del Servizio nelle more della copertura del posto dirigenziale vacante dal 1° marzo 2017;

la decisione di Giunta n. 69 del 29 marzo 2017 di confermare la Posizione Organizzativa già denominata “Gara distribuzione gas in forma associata” integrandola con ulteriori competenze – funzioni le cui modalità organizzative e le relative decorrenze vengono fissate con il Piano Esecutivo di Gestione 2017;

la decisione giuntale n. 68 del 29 marzo 2017 di istituire una posizione organizzativa relativa alle attività della U.O. Viabilità Stradale all’interno del Servizio Mobilità - Dipartimento Gestione del Territorio delle Infrastrutture e dell’Ambiente.

Visti i decreti del Sindaco n. 3 e n. 4 del 2017, con i quali è stato assegnato alla dott.ssa Proclemer l’incarico dirigenziale di staff relativamente alle seguenti attività:

Pari Opportunità

Tutela e benessere degli animali d’affezione;

Gestione delle attività di Protezione Civile;

Tenuto conto che è stato confermato che le attività riferite all’incarico della dott.ssa Proclemer non costituiscono obiettivi del Piano Esecutivo di Gestione;

Ritenuto quindi di non riportare nel PEG 2017-19 obiettivi riconducibili alla responsabilità della dott.ssa Proclemer;

Richiamata la deliberazione n. 79 del 17 marzo 2009 che approvava il sistema di valutazione delle prestazioni dirigenziali;

Visto il Regolamento relativo all’istituzione dell’Organismo Indipendente di Valutazione della performance approvato con deliberazione G.C. n. 335 del 01/10/2013;

Considerate le funzioni attribuite all’OIV con il regolamento sopraccitato ed in particolare quelle di cui all’art. 6, comma 1 lettere b, g, h:

propone alla Giunta comunale, con il supporto del servizio interno competente, il sistema di valutazione della performance organizzativa e della performance individuale dei dirigenti, dei titolari di posizione organizzativa e del personale, verificando in particolare la rispondenza rispetto alle linee guida fissate dalla Commissione CIVIT di cui all’art. 13 del D.Lgs. 150/2009;

garantisce la correttezza dei processi di misurazione e valutazione e dell’utilizzo dei premi nel rispetto delle disposizioni contenute nel Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, nelle disposizioni di legge e nei contratti collettivi regionali e integrativi nel rispetto del principio di valorizzazione del merito e della professionalità;

valida la proposta del sistema di valutazione delle prestazioni dirigenziali da sottoporre alla Giunta comunale e gestisce il sistema di pesatura delle stesse;

Visto il decreto del Sindaco n. 13 del 30 marzo 2017, attraverso il quale è stato prorogato l’O.I.V. del Comune di Udine dal 1° aprile 2017 fino alla nomina dell'OlV unico dell’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale e comunque non oltre il 31/07/2017;

Vista la validazione del piano della performance e della proposta di pesatura, per l’anno 2017, degli obiettivi PEG formulata dall’O.I.V.;

Vista la deliberazione consiliare n. 30 del 27 aprile 2017 con la quale sono stati approvati il Documento Unico di Programmazione e il Bilancio di Previsione 2017/2019.

Vista la deliberazione di Giunta n. 19 del 31 gennaio 2017 con la quale è stato approvato il Piano di prevenzione della corruzione e della trasparenza ai sensi della legge 190 del 6 novembre 2012 e del D.lgs. 33/2013 – triennio 2017-2019;

Vista la deliberazione n. 173 del 9 maggio 2017, con cui la Giunta Comunale ha approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019 – parte finanziaria;

Vista la deliberazione consiliare n. 43 del 29 maggio 2017 con la quale è stata approvata la variazione al Bilancio di Previsione 2017/2019;

Vista la deliberazione di Giunta n. 211 del 31 maggio 2017 con la quale è stata approvata la variazione al Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019 – parte finanziaria conseguente alla variazione di bilancio;

Vista la proposta di Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019 – Piano degli obiettivi, predisposta dal Segretario Generale ad integrazione e completamento della parte finanziaria;

Visto il documento allegato Sub A) contenente il Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019- Piano degli obiettivi, completo degli obiettivi, delle attività consolidate, delle opere pubbliche e delle risorse umane, assegnati a ciascun Dirigente;

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1 del D.Lgs. 267/2000, dal Segretario Generale, avv. Carmine Cipriano, e dalla Responsabile del Servizio Finanziario, dott. Marina Del Giudice, e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente,

d e l i b e r a

di approvare, a tutti gli effetti amministrativi e contabili, il Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019 – Piano degli obiettivi, così come contenuto nel documento denominato allegato Sub A), che costituisce parte integrante del presente provvedimento, ancorché non materialmente allegato e che si conserva agli atti dell’ufficio proponente; 

di stabilire che, nella valutazione dei risultati dei dirigenti, saranno considerati tutti gli obiettivi inseriti nel PEG con indice di strategicità da 0,1 a 1,5.

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.