Udine Atto

Approvazione linee guida per la redazione del DUP 2018/2020 (N. 2017/00272)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00272 del 18 luglio 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
10.7.2017
  • 18.7.2017
  • approvato


Firmatari

  • Gabriele Giacomini
    Assessore all'Innovazione e allo Sviluppo Economico
    Monitorato da 7 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE


Premesso che l’art. 170, comma 1 del TUEL prevede che entro il 31 luglio di ciascun anno la Giunta comunale presenti al Consiglio per la conseguente approvazione il Documento Unico di Programmazione (DUP) nel rispetto di quanto previsto dal principio applicato della programmazione di cui all'allegato n. 4/1 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118; 

Considerato che la Conferenza Stato - Città, nel corso della seduta del 18 febbraio 2016 ha chiarito che il termine di scadenza del Documento Unico di Programmazione (DUP), riveste carattere ordinatorio e non perentorio;

Dato atto che, come indicato nel punto 8 del principio contabile applicato 4/1, il DUP ” costituisce, nel rispetto del principio di coordinamento e coerenza dei documenti di Bilancio, il presupposto generale di tutti gli altri documenti di programmazione”; 

Dato atto inoltre che, come indicato al punto 8.1 del citato principio contabile “Il quadro strategico di riferimento è definito anche in coerenza con le linee di indirizzo della programmazione regionale e tenendo conto del concorso al perseguimento degli obiettivi di finanza pubblica definiti  in  ambito nazionale”;

Visti il DEF nazionale approvato l’11 aprile 2017  e il DEF Regionale 2018 recentemente presentato e ritenuto che i contenuti degli atti ricalchino sostanzialmente la programmazione di livello sovracomunale dalla quale discende il DUP 2017/2019 e che pertanto non vi sono nuovi elementi di conoscenza e di informazione tali da rendere necessaria una modifica sostanziale del DUP rispetto all’ultima versione approvata con delibera consiliare n. 30 del 27/04/2017;

Precisato altresì che il DUP si compone di due Sezioni: quella Strategica e quella operativa e considerato che la prima ha come arco temporale quella di durata del mandato amministrativo che, nel caso di specie, ha un arco temporale ridotto terminando ad aprile 2018 e quindi non presenta modifiche sostanziali rispetto a quanto a suo tempo riportato nel DUP 2017/2019, mentre la parte operativa, di durata pari al Bilancio e quindi triennale non presenta al momento variazioni sostanziali se non quelle strettamente collegate alle variazioni fin qui intercorse e attinenti i due esercizi successivi al primo (2018 e 2019); 

Tenuto conto che il DUP, nella parte operativa, deve contenere anche la programmazione del fabbisogno del personale, il piano delle alienazioni, nonchè la programmazione triennale dei lavori pubblici e il piano degli acquisti come previsto dall’art. 21 del D. lgs. 50/2016, ma che i tempi di redazione degli atti citati non sono attualmente coordinati con il nuovo ordinamento finanziario e contabile e pertanto risultano sostanzialmente in vigore gli atti programmatori approvati con il DUP 2017/2019;

Visto il D. Lgs. n. 165/2011 ed in particolare gli articoli 6 – 6 bis e 6 ter come modificati dal D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 75, che prevedono l’obbligo di adottare il piano triennale dei fabbisogni del personale in coerenza con le linee di indirizzo da adottare con decreti ministeriali, pena l’impossibilità di assumere nuovo personale;

Visto inoltre l’art. 22 del medesimo D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 75 che dispone che in sede di prima applicazione il divieto si applichi a decorrere dal 30/03/2018 e comunque entro 60 giorni dalla pubblicazione delle citate linee di indirizzo;

Considerato che le citate linee di indirizzo non risultano ancora adottate e ritenuto quindi che la programmazione del fabbisogno del personale debba continuare ad oggi ad essere effettuata in modo analogo a quanto già approvato con propria deliberazione n. 69 del 07/03/2017, recepita nel  DUP 2017/2019;

Richiamato l’art. 21 del D. Lgs. 50/2016 che al comma 1 prevede che le amministrazioni aggiudicatrici adottino il programma biennale degli acquisti di beni e servizi e il programma triennale dei lavori pubblici secondo le norme di programmazione economica-finanziaria e ritenuto quindi che tali documenti debbano costituire parte integrante del Documento Unico di Programmazione;

Richiamato inoltre il comma 8 del medesimo art. 21 del D. Lgs. 50/2016 che demanda ad un Decreto ministeriale di futura emanazione la normativa di dettaglio della programmazione e considerato che il citato decreto non risulta ancora adottato;

Visto inoltre il comma 9 del citato art. 21 che stabilisce che fino alla data di entrata in vigore del decreto di cui al comma 8, si applica l'articolo 216, comma 3 che prevede a sua volta che si applichino gli atti di programmazione già adottati ed efficaci;

Preso atto inoltre che, ai sensi dell’art. 147-ter del TUEL, dovrà essere predisposta la verifica dell’attuazione dei programmi dell’ente e che il principio contabile 4/1 al punto 4.2 prevede che l’elaborazione del DUP presupponga la verifica dello stato di attuazione dei programmi;

Preso atto che ai sensi dell’art. 7 della LR 26/2014 e ss.mm.ii. è stata costituita l’Unione Territoriale Intercomunale (UTI) del Friuli Centrale; 

Considerato che il DUP 2017/2019 tiene conto delle funzioni già trasferite in capo all’ente UTI del Friuli Centrale che deve provvedere alla relativa programmazione;

Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del 29/05/2017 con la quale si stabiliva di mantenere, in capo al Comune di Udine, la gestione autonoma e diretta delle funzioni in materia di opere pubbliche e procedure espropriative, di pianificazione territoriale comunale ed edilizia privata, di edilizia scolastica e servizi scolastici, e di non avvalersi dell’UTI Friuli Centrale per l’esercizio delle stesse né di attivare convenzioni per la gestione in forma associata con gli altri Comuni facenti parte dell’Unione;

Ritenuto pertanto che la programmazione operativa 2018/2020 debba contenere le previsioni relative alle attività svolte nell’ambito delle citate funzioni;

Ritenuto quindi di procedere all’approvazione delle linee guida per il DUP 2018/2020 precisando che non verrà formalizzato alcun nuovo documento in questa fase ma ritenuto di rinviare la predisposizione del Documento Unico aggiornato in sede di approvazione della nota di aggiornamento prevista dall’art. 170 del D.Lgs 267/2000; 

Visti i principi contabili vigenti, con particolare riferimento ai contenuti del TUEL così come integrato e modificato dal D.Lgs.118/2011 e sue mm.e ii.; 

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, dal Segretario Generale, avv. Carmine Cipriano, e dalla Responsabile del Servizio Finanziario, dott. Marina Del Giudice, e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente,


DELIBERA


Di approvare le seguenti linee guida per la futura redazione formale del Documento Unico di Programmazione, da adottarsi entro i termini di Legge previsti per la nota di aggiornamento e lo schema di Bilancio 2018/2020; in particolare: 

La parte relativa alla Sezione Strategica avente durata pari al mandato amministrativo e quindi limitata ad aprile 2018 non presenta variazioni relativamente agli indirizzi strategici rispetto a quanto stabilito con il DUP 2017/2019;

La Sezione Operativa, avente durata triennale come il Bilancio, è contabilmente legata a tale documento, per cui gli stanziamenti del DUP coincidono con quelli attuali del Bilancio 2017/2019, precisando che l’esercizio 2020 tendenzialmente avrà gli stessi stanziamenti del 2019; un tanto sia per mancanza di norme aggiuntive o precise relativamente all’arco temporale di riferimento che in relazione al cambio di Amministrazione;

Tale Sezione comprende anche tutta la parte programmatica, basata su singoli atti di programmazione che si conferma allo stato attuale nei contenuti uguali a quelli adottati per il triennio 2017/2019; si garantisce comunque la loro adozione entro i termini previsti per la nota di aggiornamento;

Si provvederà in quella sede ad approvare anche il piano triennale del fabbisogno del personale in coerenza con le linee di indirizzo che saranno adottate con decreti ministeriali;

Si precisa che in quella sede si provvederà ad adottare anche il Programma delle acquisizioni (art.21 del D.Lgs. 50/2016) composto dal programma biennale degli acquisti di beni e servizi di importo unitario pari o superiore a 40.000,00€ e del programma triennale dei LL.PP. in coerenza con le linee di indirizzo che saranno adottate con decreti ministeriali;

i contenuti del nuovo DUP saranno coerenti con quelli delle Linee Programmatiche di Mandato nonché con i dati contabili aggiornati dell’attuale Bilancio 2017/2019; 

la presentazione dell’aggiornamento del DUP verrà effettuata entro i termini di legge per rendere i contenuti del documento programmatico coerenti con quelli del Bilancio di Previsione 2018/2020;

L’approvazione del DUP aggiornato avrà come presupposto la verifica dell’attuazione dei programmi;

L’aggiornamento del DUP dovrà tenere conto di quanto stabilito dal Consiglio Comunale n. 45 del 29/05/2017 in materia di funzioni da mantenere in capo al Comune;

Di trasmettere le decisioni assunte con la presente deliberazione al Consiglio Comunale per i provvedimenti di competenza.
L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.