Udine Atto

Regione F.V.G. - Piano nazionale contro la tratta e il grave sfruttamento - Bando 2/2017: adesione alla rete di partenariato. (N. 2017/00316)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00316 del 22 agosto 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
3.8.2017
  • 22.8.2017
  • approvato


Firmatari

  • Antonella Nonino
    Assessore ai Diritti e all'Inclusione Sociale
    Monitorato da 10 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE


Premesso che:

la Presidenza del Consiglio dei Ministri  - Dipartimento per le Pari Opportunità ha pubblicato sulla G.U. n. 153 del 3 luglio 2017, l’Avviso Pubblico n. 2/2017, che prevede, ai sensi dell’art. 3, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 maggio 2016, un Bando per il finanziamento di progetti, attuati a livello territoriale, finalizzati ad assicurare, in via transitoria, ai soggetti destinatari adeguate condizioni di alloggio, vitto e assistenza sanitaria e, successivamente , la prosecuzione dell’assistenza e dell’integrazione sociale – Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore degli stranieri e dei cittadini di cui al comma 6 bis dell’art. 18 del D.L.vo 25.07.1998, n. 286, alle vittime dei reati previsti dagli artt. 600 e 601 del codice penale, o che versano nelle ipotesi di cui al comma 1 del medesimo art. 18;

i progetti possono essere proposti dalle Regioni e, in qualità di soggetti attuatori, sono ammessi a partecipare soggetti privati iscritti nell’apposita sezione del registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività a favore degli immigrati, di cui all’art. 52, comma 1, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica n. 392 e successive modificazioni;

Preso atto che la Regione F.V.G. intende partecipare con un progetto della durata di 15 mesi (dal 1° dicembre 2017 al 28 febbraio 2019) che sviluppi azioni di:

primo contatto per l’emersione di potenziali vittime di tratta e/o grave sfruttamento sessuale, lavorativo, accattonaggio, economie illegali e matrimoni forzati/combinati;

identificazione delle vittime in collaborazione con la Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione internazionale;

protezione immediata e prima assistenza sanitaria, legale, psicologica, accoglienza residenziale o semi-residenziale, con particolare attenzione ai minori non accompagnati;

accompagnamento all’ottenimento del permesso di soggiorno;

empowerment, orientamento, formazione e reinserimento lavorativo;

integrazione sociale o rientro volontario nei Paesi d’origine;

Vista, al riguardo, la nota datata 20 luglio 2017 (PG/E n. 0073552 del 20.07.2017), con la quale la Regione F.V.G.  – Direzione Centrale Cultura, Sport e Solidarietà ha chiesto al Comune di Udine di aderire alla rete di partenariato per la realizzazione del Programma unico di emersione, assistenza e integrazione sociale – Bando n. 2/2017;

Considerato che il Comune di Udine è da anni stabilmente inserito, in qualità di partner e co-finanziatore, nella rete di realizzazione territoriale dei progetti della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia rivolti a persone vittime di grave sfruttamento, tratta e/o riduzione in schiavitù ex art. 13 Lg. 228/2003 e art. 18 D. Lvo 286/1998, di cui il Centro Caritas dell’Arcidiocesi di Udine onlus è l’ente attuatore sul territorio udinese;

Precisato che la Regione F.V.G. ha chiesto al Comune di Udine, oltre alla dichiarazione di adesione,  di partecipare con un co-finanziamento al progetto;

Atteso che, relativamente alle precedenti annualità, il Comune di Udine, ha provveduto al co-finanziamento del medesimo progetto con un contributo annuale di € 5.000,00; 

Ritenuto, pertanto, di aderire alla rete di partenariato del progetto continuando a co-finanziarlo per un importo pari a € 6.250,00, proporzionato alla durata dei 15 mesi del nuovo pogetto;

Visto il D. Lgs. n. 267 del 18 agosto 2000;

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, dal Dirigente ad interim del Servizio Servizi Sociali, dott. Filippo Toscano e dalla Responsabile del Servizio Finanziario, dott.ssa Marina Del Giudice e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente,


D E L I B E R A


di approvare l’adesione del Comune di Udine, in qualità di partner, del Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore degli stranieri e dei cittadini di cui al comma 6 bis dell’art. 18 del D.L.vo 25.07.1998, n. 286, alle vittime dei reati previsti dagli artt. 600 e 601 del codice penale, o che versano nelle ipotesi di cui al comma 1 del medesimo art. 18 (art. 1, commi 1 e 3, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 maggio 2016);

di precisare che l’onere preventivato quale partecipazione economica al progetto in parola, a carico di questa Amministrazione, ammonta a € 6.250,00 che saranno imputati, con successivo atto dirigenziale, al cap. 6249 “Trasferimenti correnti a Istituzioni sociali private” come sotto specificato:

€ 416,66 sul PEG 2017;

€ 4.999,92 sul Bilancio di Previsione 2018;

€ 833,42 sul Bilancio di Previsione 2019.

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.