Udine Atto

Modifica area delle Posizioni Organizzative. (N. 2017/00325)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00325 del 29 agosto 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
25.8.2017
  • 29.8.2017
  • approvato


Firmatari

  • Cinzia Del Torre
    Assessore al Bilancio e all'Efficacia organizzativa
    Monitorato da 6 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE

RICHIAMATA la deliberazione giuntale n. 419 del 3 novembre 2016 avente ad oggetto “Trasferimento definitivo del personale del Comune di Udine all’Unione Territoriale Intercomunale Friuli Centrale a seguito del trasferimento delle funzioni di cui alla L.R. 26/2014 e successive modifiche ed integrazioni” con la quale veniva, tra l’altro, approvato il nuovo assetto della macro struttura organizzativa del Comune di Udine con decorrenza 1° gennaio 2017;

RICHIAMATA altresì la deliberazione n. 67 del 28 febbraio 2017 con la quale veniva istituita, a decorrere dal 1° marzo 2017 e con validità fino al 30 giugno 2017, l’Unità Organizzativa “Mobilità” all’interno del Servizio Mobilità;

PRESO ATTO che la Giunta comunale ha espresso la decisione di istituire ulteriori tre Unità Organizzative come emerge dalle decisioni giuntali n. 68 e 69 del 29 marzo 2017  e n. 108 del 16 maggio 2017 per la gestione di alcune funzioni  del Servizio Grandi Opere, Energia e Ambiente e del Servizio Mobilità e precisamente:

istituire una posizione organizzativa relativa alle attività della U.O. Viabilità stradale da collocare nel Servizio Mobilità;

istituire una posizione organizzativa relativa alle attività già di competenza dell’Unità Organizzativa “Gara distribuzione gas in forma associata”, cessata in data 31 marzo 2017, in cui vengano accorpate ulteriori competenze;

istituire una posizione organizzativa relativa alle attività correlate alla realizzazione del Progetto europeo CESBA MED;

PRESO ATTO altresì che la Giunta comunale incarica il Servizio Risorse Umane dell’Uti Friuli Centrale di dare attuazione alle decisioni citate previa verifica della disponibilità finanziaria;  

RICHIAMATA la nota del 25 maggio 2017 del Direttore Generale dell’Uti Friuli Centrale in cui si fornisce riscontro alla Giunta comunale e si illustra la disciplina vigente nei diversi ambiti in materia di Posizioni Organizzative e di limitazioni alla spesa per il trattamento accessorio in termini di budget complessivo definito a livello di Uti per le quali vige il principio inderogabile di invarianza della spesa;

VISTO il protocollo d’intesa dell’Uti Friuli Centrale, approvato con la deliberazione n. 419 del 3 novembre 2016 ed in particolare l’art. 5 che disciplina i limiti di spesa di personale in cui si dispone che il principio di invarianza della spesa vige anche per il budget a disposizione per il finanziamento delle posizioni organizzative sottoposto a limitazioni per effetto delle disposizioni normative con riferimento al tetto di spesa; a tal fine potranno essere garantite forme di compensazione;

EVIDENZIATO che, per effetto di eventi imprevisti, la spesa per le nove Unità Organizzative istituite in Uti per effetto del trasferimento di funzioni dai Comuni, non è stata interamente utilizzata in quanto attualmente ne risultano vacanti sei e che le economie di spesa realizzate in Uti consentono il finanziamento delle Posizioni organizzative proposte dalla Giunta comunale fino al 31 dicembre 2017 per effetto della compensazione tra l’Uti medesima e i Comuni aderenti;

SENTITI gli assessori di riferimento che evidenziano l’opportunità di istituire l’Unità Organizzativa “Contratti di Servizio e Ambiente” per accorpare nella stessa la gestione delle attività già individuate nella decisione giuntale in materia di contratti di servizio, anche le attività in materia di ambiente della U.O. Pianificazione Energetica e della U.O. Ambiente attualmente collocate nel Servizio Grandi Opere, Energia e Ambiente;    

CONSIDERATO che la struttura organizzativa deve essere adeguata di volta in volta al fine di rispondere ad un modello organizzativo dinamico che si adatti alle esigenze funzionali dell’Ente;

RITENUTO, pertanto, in attuazione degli indirizzi formalizzati dalla giunta comunale con i citati provvedimenti, di formalizzare le misure organizzative tese a garantire l’esercizio di funzioni di gestione ritenute indispensabili; 

RAVVISATA la necessità di limitare la validità delle Unità Organizzative in argomento al 31 dicembre 2017 salvo diverse determinazioni da adottarsi alla luce dell’evoluzione normativa in corso in materia di limitazioni al trattamento accessorio e conseguentemente alla spesa consolidata a livello di Uti,

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, dal Direttore Generale dell’UTI Friuli Centrale, dott. Giuseppe Manto, e dalla Responsabile del Servizio Finanziario, dott. Marina Del Giudice, e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente,
D E L I B E R A

di sopprimere le seguenti Unità Organizzative la cui validità è venuta a cessare in corso d’anno:

Unità Organizzativa Mobilità – cessata il 30.6.2017

Unità Organizzativa Gara distribuzione gas in forma associata – cessata il 31.3.2017

di istituire a decorrere dal 1° settembre 2017 le seguenti Unità Organizzative:


Unità Organizzativa Manutenzioni all’interno del “Servizio Mobilità” – Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambiente - che accorpa le competenze della U.O. Viabilità stradale e della U.O. Manutenzione fabbricati;


Unità Organizzativa Ecologia e Contratti di Servizio all’interno del “Servizio Grandi Opere, Energia e Ambiente” – Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambiente - nella quale sono accorpate:

le competenze gestite dalla  soppressa U.Org. “Gara distribuzione gas in forma associata” per le quali permane la necessità di gestione fino alla definizione dell’aggiudicazione della gara;

le competenze della U.O. Pianificazione Energetica, della U.O. Ambiente, della U.O. Impianti Energia, attualmente collocate nel Servizio Grandi Opere, Energia e Ambiente;


            Unità Organizzativa Gestione progetto CESBA MED all’interno del Servizio Grandi Opere, Energia e Ambiente – Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambiente – nella quale viene accorpata l’U.O. Agenzia Politiche Ambientali;  


Di disporre che la validità delle Posizioni Organizzative cessi con effetto 31 dicembre 2017;

di dare atto che le posizioni istituite con il presente provvedimento non producono un aumento di spesa del trattamento accessorio in termini di budget complessivo definito a livello di Uti Friuli Centrale in quanto trattasi di spesa oggetto di compensazione in osservanza del disposto di cui al citato articolo 5 del protocollo d’intesa dell’Uti;   

di riservarsi di adottare separato atto per la determinazione del valore economico della retribuzione di posizione e di risultato delle posizioni organizzative istituite dal Comune di Udine secondo in vigente sistema di pesatura disciplinato dal Comune di Udine;

di dare atto che l’individuazione del soggetto al quale conferire l’incarico di posizione organizzativa è di competenza del dirigente responsabile del  Servizio all’interno del quale risulta collocata l’Unità Organizzativa come definita nella macro struttura organizzativa del Comune di Udine;

di dare atto che la spesa relativa agli oneri per la retribuzione di posizione e di risultato delle Posizioni Organizzative per l’anno 2017 trova copertura nel bilancio 2017 e l’esatta allocazione delle risorse sarà disposta con apposita variazione di bilancio;  

di fornire l’informazione alle OO.SS. ai sensi del disposto di cui all’art. 40 del CCRL 7.12.2006;

di demandare ai Dirigenti di Servizio interessati dalle modifiche organizzative disposte con il presente provvedimento l’adozione degli atti organizzativi che dovessero rendersi necessari per effetto delle suesposte modifiche.

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.