Udine Atto

Sistema bibliotecario di Udine e dell'hinterland udinese. Proroga tecnica. (N. 2017/00329)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00329 del 29 agosto 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
28.8.2017
  • 29.8.2017
  • approvato


Firmatari

Testo

LA GIUNTA COMUNALE


Vista la Convenzione istitutiva del Sistema bibliotecario di Udine e dell’hinterland udinese, sottoscritta il 21 gennaio 2010 dai dodici Sindaci partecipanti al progetto: Udine (capofila), Manzano, Martignacco, Pasian di Prato, Pavia di Udine, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, San Giovanni al Natisone, Santa Maria la Longa, Tarcento, Tavagnacco e Tricesimo;

Visto il rinnovo della Convenzione di cui trattasi, che ha visto il contemporaneo allargamento ad altri tre Comuni (Buja, Treppo Grande e Trivignano Udinese), per un totale di quindici biblioteche comunali,  con atto che è stato sottoscritto digitalmente il 26 maggio 2014;

Ricordato che nel corso del 2015 e del 2016 la Conferenza dei Sindaci del Sistema bibliotecario di Udine e dell’hinterland udinese ha accettato l’adesione al Sistema anche delle biblioteche comunali di Campoformido, Cassacco, Pagnacco, Povoletto e Reana del Rojale, ma che tale iter non si è concluso formalmente  con l’approvazione di una nuova Convenzione, in quanto nel frattempo la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, competente in materia di legislazione bibliotecaria, modificava la precedente norma sulle biblioteche pubbliche, la L.R. 1 dicembre 2006, n. 25, approvando la L.R. 25 settembre 2015, n. 23 “Norme regionali in materia di beni culturali” che rivede l’organizzazione dei sistemi bibliotecari, uniformandoli alle Unioni Territoriali Intercomunali e dunque, essendo il quadro normativo di riferimento in evoluzione,  sarebbe risultato illogico porre in essere nuovi rapporti prima della definizione compiuta da parte del legislatore regionale;

Visto il Regolamento applicativo concernente le caratteristiche e le modalità di costituzione dei sistemi bibliotecari, approvato con D.P.Reg. n. 0236/Pres. del 7 dicembre 2016 che prevede, tra l’altro, che ogni singola biblioteca, aderente a un sistema bibliotecario istituito precedentemente da questa norma, receda da esso prima di entrare nel nuovo sistema bibliotecario regolamentato dalla legge regionale attualmente in vigore;

Preso atto che questa Amministrazione,  in esecuzione di detta previsione regolamentare e su espressa richiesta della competente direzione regionale, con deliberazione giuntale n. 2017/00130 del 29 marzo 2017, ha già espresso il formale impegno a recedere dal Sistema bibliotecario di Udine e dell’hinterland udinese per poter accedere ai nuovi riparti di contributo regionale;

Preso atto che, con deliberazione giuntale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia n. 1416 dd. 28 luglio 2017, con oggetto “L.R. 23/2015, art. 25 e DPREG, art. 31. Costituzione di nuovi sistemi bibliotecari”, la Regione stessa approvava il progetto presentato nel 2017 denominato “Sistema bibliotecario dell’hinterland udinese e del Friuli” con la Biblioteca Civica di Udine capofila;

Considerato che, con nota dell’8 agosto 2017, il Servizio beni culturali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia richiede la trasmissione di una nuova dichiarazione di recesso ai sensi dell’art. 3 c. 6, e art. 31, c. 1, lett. g) del Regolamento applicativo, inviando apposito modulo da inoltrare al Servizio beni culturali entro il termine perentorio di  60 giorni dalla comunicazione della costituzione del nuovo sistema bibliotecario;

Preso atto, quindi, che, secondo il Servizio regionale, sono possibili solo due tipologie di dichiarazioni: per il Comuni che non facevano parte di alcun sistema o per i Comuni che erano già convenzionati e devono quindi recedere formalmente (richiamando, quindi, l’impegno a recedere già deliberato dalle singole amministrazioni);

Dato atto che, pur in carenza di un rinnovo formale  della Convenzione sottoscritta il 26 maggio 2014 (con durata di tre anni, ovvero sino al 25 maggio 2017), la collaborazione tra le biblioteche già parti del Sistema è proseguita di fatto senza interruzioni,  secondo il collaudato modello organizzativo che ha consentito il normale prosieguo delle attività di catalogazione centralizzata e di prestito intersistemico a beneficio di tutte le biblioteche comunali aderenti al Sistema;

Ravvisata ora l’opportunità di formalizzare il prosieguo dell’attività delle biblioteche dell’hinterland, considerato che l’iter legislativo, che sembrava pronto a chiudersi, è invece ancora in corso di definizione, nonché per consentire il recesso formale chiesto in data 8 agosto 2017 dalla Regione, recesso che non sarebbe possibile in assenza di un rapporto convenzionale;

Ritenuto quindi di proporre, come Comune capofila del Sistema bibliotecario, una proroga tecnica a far data dal 25 maggio 2017 fino alla compiuta definizione del quadro normativo regionale che permetterà l’approvazione della nuova Convenzione nei termini stabiliti, ovvero entro il 3 ottobre 2017,

Visto il parere favorevole, espresso ai sensi dell'art. 49, c. 1 del D.Lgs. 267/2000, dal Dirigente del Servizio Integrato Musei e Biblioteche, dott. Romano Vecchiet, e conservato agli atti presso l’Ufficio proponente,


DELIBERA


Di prorogare, secondo l’istituto amministrativo della cosiddetta “proroga tecnica”, la Convenzione tra i Comuni del Sistema bibliotecario di Udine e dell’hinterland udinese sottoscritta il 26 maggio 2014, dando atto della continuazione di fatto delle attività del Sistema a far data dal 25 maggio 2017, fino alla definizione compiuta del quadro normativo regionale che permetterà l’approvazione della nuova Convenzione;

Di integrare la Convenzione sottoscritta il 26 maggio 2014 con il seguente addendum: “A modifica dell’art. 7, la durata della presente Convenzione viene protratta fino all’approvazione della nuova Convenzione del Sistema bibliotecario dell’hinterland udinese e del Friuli (SBHUF) ai sensi della L.R. 25 settembre 2015, n. 23.”

 di autorizzare sin d’ora il Sindaco a  dichiarare il recesso della  Biblioteca Civica “Vincenzo Joppi” dal Sistema denominato “Sistema bibliotecario di Udine e dell’hinterland udinese” (SBHU) di cui la stessa fa parte, entro il termine perentorio di  60 giorni dalla comunicazione della costituzione del nuovo sistema bibliotecario, secondo la tempistica dettata dalla Regione.

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.