Udine Atto

Incremento Fondo per la contrattazione integrativa anno 2017 e direttive alla delegazione trattante di parte pubblica per l'utilizzo delle risorse decentrate. (N. 2017/00435)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00435 del 07 novembre 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
3.11.2017
  • 7.11.2017
  • approvato


Firmatari

  • Cinzia Del Torre
    Assessore al Bilancio e all'Efficacia organizzativa
    Monitorato da 6 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE

Richiamato l’art. 73, comma 2, lett. h) del CCRL 7.12.2006 che consente agli enti di integrare la costituzione del fondo per la contrattazione integrativa del personale nella misura dell’1,3% del monte salari 1999 ove sussista la relativa capacità nel bilancio dell’ente;

Accertato che l’integrazione massima consentita, avuto riguardo dell’ulteriore vincolo dettato dal successivo comma 3 del medesimo articolo, è determinata in complessivi € 212.626,13;

	Ricordato che la norma contrattuale sopra indicata stabilisce che gli enti, avendo previamente verificato la sussistenza della relativa capacità di spesa nel proprio bilancio, hanno la possibilità di integrare le risorse economiche del Fondo e che pertanto occorre valutare l’opportunità di procedere a tale integrazione sulla base delle disponibilità finanziarie;

	Accertata la sussistenza delle risorse economiche rese disponibili nel bilancio dell’esercizio 2017, che alimentano il Fondo per la contrattazione integrativa e consentono di finanziare l’integrazione nella misura massima consentita;  

	Ritenuto di dare applicazione alla norma contrattuale e di integrare le risorse che alimentano il Fondo per la contrattazione integrativa per l’anno 2017 nella misura consentita pari ad € 212.626,13 finalizzata a destinazioni correlate all’incentivazione della produttività del personale;

	 Premesso che:

- spetta all’organo politico di governo dell’ente la formulazione di direttive destinate alla Delegazione Trattante di Parte Pubblica, coerenti con gli obiettivi strategici che l’Ente si è posto e con i vincoli che lo stesso è tenuto a rispettare sul piano degli equilibri finanziari;

- le direttive devono indicare interventi ritenuti prioritari per la realizzazione del programma di governo e dettare i conseguenti indirizzi da osservare nella utilizzazione delle risorse sia stabili che variabili poste in relazione ai vari istituti del trattamento economico accessorio;

	Dato atto che l’attuazione di tali direttive avverrà nei limiti della disponibilità delle risorse relative al Fondo per la Contrattazione decentrata stanziata a bilancio e determinato ai sensi di legge;

Visti i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, dal Dirigente ad interim del Servizio Risorse Umane dell’UTI Friuli Centrale, dott. Giuseppe Manto, e dalla Responsabile del Servizio Finanziario, dott. Marina Del Giudice, e conservati agli atti presso l’Ufficio proponente,
D E L I B E R A

di confermare anche per l’anno 2017 l’integrazione delle risorse che alimentano il Fondo per la contrattazione integrativa ai sensi dell’art. 73, comma 2, lett. h) del CCRL 2006 nella misura massima dell’1,3% del monte salari del 1999, pari a complessivi € 212.626,13 finalizzati ad alimentare le risorse destinate alla produttività collettiva del personale ;

di dare atto che l’integrazione di cui sopra per il Fondo 2017 è pienamente compatibile con l’osservanza dei vincoli relativi all’incidenza della spesa di personale rispetto al totale delle spese correnti;

di demandare al competenze Servizio Risorse Umane l’adozione degli atti con cui viene operata la quantificazione di dettaglio del Fondo del Comune di Udine relativo all’anno 2017;

di trasferire all’Uti Friuli Centrale le quote di Fondo quantificate secondo i criteri di cui all’art. 22 del CCRL 2008 relative al personale trasferito all’Uti Friuli Centrale;

di formulare ed approvare le seguenti direttive a cui la Delegazione Trattante di Parte Pubblica dell’Uti Friuli Centrale dovrà attenersi nell’assolvimento dell’attività negoziale di sua competenza per la stipula del CCDI Territoriale e la destinazione delle risorse del trattamento accessorio per l’anno 2017:

una quota delle risorse stabili del Fondo 2017 è destinata a finanziare le quote vincolate la cui corresponsione ha carattere prioritario rispetto alle altre fattispecie e precisamente:

progressioni economiche orizzontali;

salario aggiuntivo a fondo;

indennità di turno e indennità di reperibilità per i servizi articolati a turno e le aree di pronto intervento già individuati nel Comune di Udine;

indennità maneggio valori e indennità di rischio alle figure professionali già individuate con i pregressi CCDI;

indennità di direzione ex 8° e indennità ex 3° e 4°;

indennità al personale educativo;

compensi per lavoro straordinario nei limiti del budget 2016 rapportato al personale che svolge funzioni non trasferite all’Uti Friuli Centrale; 

le risorse stabili residue sono destinate alla produttività collettiva;

le risorse variabili del Fondo 2017 sono destinate a:

compensare lo svolgimento delle funzioni di cui all’art. 30, comma 2 CCRL 2004 (specifiche responsabilità per incarichi di Ufficiale di Stato civile, anagrafe, elettorale);

produttività individuale (art. 86 CCRL 2002) e produttività collettiva da riconoscere secondo i criteri vigenti nel Comune di Udine che restano confermati nelle more dell’approvazione del CCDI Territoriale.

Servizi in applicazione art. 43 legge 449/1997 mediante utilizzo delle corrispondenti risorse che alimentano il Fondo.

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.