Udine Atto

Destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie ai sensi dell'art. 208 del C.D.S. - accertamento ruoli coattivi per l'anno 2018. (N. 2017/00513)

Delibera della Giunta comunale N° 2017/00513 del 05 dicembre 2017

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
4.12.2017
  • 5.12.2017
  • approvato


Firmatari

  • Cinzia Del Torre
    Assessore al Bilancio e all'Efficacia organizzativa
    Monitorato da 6 cittadini

Testo

LA GIUNTA COMUNALE

PREMESSO:

che l’art. 208 del Codice della Strada - D.Lgs. 285/1992 e s.m.i. - così come modificato dalla Legge 120/2010, dispone al comma 4 che una quota pari al 50 per cento dei proventi spettanti agli enti di cui al secondo periodo del comma 1 per violazione del Codice della Strada è destinata:

in misura non inferiore a un quarto della quota, a interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ente;

in misura non inferiore a un quarto della quota, al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale di cui alle lettere d-bis) ed e) del comma 1 dell'art. 12;

ad altre finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale, relative alla manutenzione delle strade di proprietà dell’ente, all’installazione, all’ammodernamento, al potenziamento, alla messa a norma e alla manutenzione delle barriere e alla sistemazione del manto stradale, alla redazione dei piani di cui all’art. 36, a interventi per la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli, quali bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti, allo svolgimento, da parte degli organi di polizia locale, nelle scuole di ogni ordine e grado, di corsi didattici finalizzati all’educazione stradale, a misure di assistenza e di previdenza per il personale di cui alle lettere d-bis) ed e) del comma 1 dell’art. 12, alle misure di cui al comma 5 bis del presente articolo e a interventi in favore della mobilità ciclistica;

CONSIDERATO che gli enti, ai sensi del comma 5 dell'art. 208 del C.d.S., determinano annualmente le quote da destinare alle finalità di cui al comma 4;

PRESO ALTRESI’ ATTO che, ai sensi del comma 5-bis, dell'art. 208 del C.d.S., la quota dei proventi di cui al comma 4, lettera c), può anche essere destinata ad assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratto a tempo determinato e a forme flessibili di lavoro, ovvero al finanziamento di progetti di potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale, nonché a progetti di potenziamento dei servizi notturni e di prevenzione delle violazioni di cui agli articoli 186, 186-bis e 187 e all’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale di cui alle lettere d-bis) ed e) del comma 1 dell’articolo 12, destinati al potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale;

RICHIAMATO l’art. 393 del D.P.R. 495/1992 di approvazione del regolamento di esecuzione del C.d.S. che prevede espressamente che i documenti contabili comprendano la corretta rappresentazione dei proventi delle sanzioni stradali;

VISTA la deliberazione n. 104/2010/Reg del 15/09/2010 della Corte dei Conti – sezione regionale di controllo per la Toscana - che riporta linee guida comportamentali in materia di destinazione dei proventi delle sanzioni stradali;

DATO ATTO che a seguito del trasferimento del servizio Polizia Locale all’UTI Friuli Centrale dal 2017 anche le sanzioni al CDS sono introitate dall’Unione stessa, salvo l’introito dei  ruoli coattivi delle annualità precedenti, emessi successivamente all’entrata in vigore del D. Lgs. 118/11, che devono essere accertati per cassa, fra le entrate del Comune di Udine;

CONSIDERATO che il Servizio Polizia Locale sta predisponendo il ruolo coattivo relativo alla competenza 2014, che sarà l’ultimo da accertarsi per cassa;

ATTESO che sul Bilancio di Previsione 2018-2020 in corso di adozione, alla tipologia 3.200 ‘Proventi derivanti dall’attività di controllo e repressione delle irregolarità e degli illeciti’, si prevedono introiti per le motivazioni sopra descritte pari a € 400.000,00.=;

VISTO che l’accertamento per cassa esclude la previsione del FCDE;

DATO ATTO che la quota da destinare ammonta ad € 200.000,00.= (pari al 50% dei proventi) ed è ripartita nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa come segue:



LIMITE MINIMO    € 50.000,00.=  da destinare  ai sensi art. 208, c. 4, lettera a);



LIMITE MINIMO    € 50.000,00.=  da destinare ai sensi art. 208, c. 4, lettera b);



LIMITE MASSIMO € 100.000,00.=  da destinare ai sensi art. 208, c. 4, lettera c) e c. 5 bis;

ATTESO CHE è volontà dell'Amministrazione ripartire le somme sopra indicate come segue:

le spese destinate ai sensi dell’art. 208, c. 4, lettera a), per un totale di € 50.000,00.=, si riferiscono a:

Manutenzione segnaletica stradale	€   50.000,00.=

le spese destinate ai sensi dell’art. 208, c. 4, lettera b), per un totale di € 50.000,00.=, si riferiscono a: 

Acquisto automobili, radio ripetitori e software, 	�da gestire sul bilancio UTI 		€   50.000,00.=

le spese destinate ai sensi dell’art. 208, c. 4, lettera c) e c. 5 bis, per un totale di € 100.000,00.=, si riferiscono a: 

Manutenzioni e interventi diversi per la sicurezza stradale (sfalcio cigli stradali, 	�Piano neve e pronto intervento) 	€ 100.000,00


CONSIDERATO che i limiti di cui all’art. 208, c. 4, lettere a), b) e c) garantiscono la destinazione complessiva del 50% dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie per violazione previste dal D.Lgs. 285/1982;

VISTO l’art. 48 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267;

VISTI i pareri favorevoli, espressi ai sensi dell'art. 49, c. 1, del D.Lgs. 267/2000, e Dirigente del Servizio Finanziario Programmazione e Controllo, nonché Responsabile del Servizio Finanziario del Comune di Udine, dott.ssa Marina Del Giudice, e conservati agli atti,

D E L I B E R A

di destinare € 200.000,00.=, pari al 50% dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni previste dal D.Lgs. 285/1982, per le finalità indicate dal comma 4, lettere a), b) e c) e dal comma 5-bis dell’art. 208 del D.Lgs. precitato, finanziando, sul Bilancio di Previsione 2018, gli interventi di spesa identificati in premessa, come segue:

le spese destinate ai sensi dell’art. 208, c. 4, lettera a), per un totale di € 50.000,00.=, si riferiscono a:

Manutenzione segnaletica stradale	€   50.000,00.=

le spese destinate ai sensi dell’art. 208, c. 4, lettera b), per un totale di € 50.000,00.=, si riferiscono a: 

Acquisto automobili, radio ripetitori e software, 	�da gestire sul bilancio UTI 		€   50.000,00.=

le spese destinate ai sensi dell’art. 208, c. 4, lettera c) e c. 5 bis, per un totale di € 100.000,00.=, si riferiscono a: 

Manutenzioni e interventi diversi per la sicurezza stradale (sfalcio cigli stradali, 	�Piano neve e pronto intervento) 	€ 100.000,00

L'ordine del giorno di cui sopra viene approvato dalla Giunta ad unanimità di voti espressi in forma palese.

Ad unanimità di voti, espressi in forma palese, la presente deliberazione viene altresì dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi della L.R. 21/2003 e successive modificazioni.