Udine Atto

Tassa sui Rifiuti (TARI ). Approvazione tariffe per le utenze domestiche e non domestiche per l’anno 2016 e Piano Economico Finanziario e Relazione servizio gestione rifiuti urbani. (N. 2016/00043)

Delibera del Consiglio comunale N° 2016/00043 del 19 maggio 2016

Presentazione
Discussione in Commissione
Discussione in Consiglio
Approvazione
8.4.2016
  • 26.4.2016
  • 18.5.2016
  • 19.5.2016
  • approvato


Firmatari

  • Cinzia Del Torre
    Assessore al Bilancio e all'Efficacia organizzativa
    Monitorato da 6 cittadini

Testo

IL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso che con l’art.1 commi 639 e segg., della L.27.12.2013 n.147 è stata istituita con decorrenza 1.1.2014 l’Imposta Unica Comunale (I.U.C.) e la sua componente Tassa sui Rifiuti (TARI);

Atteso che il Regolamento Comunale che istituisce e disciplina detta imposta è stato approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 43 del 22 maggio 2014;

Considerato che, ai sensi del c. 683 del citato art. 1 le tariffe della TARI vengono approvate dal Consiglio Comunale entro il termine fissato per l’approvazione del Bilancio di Previsione;

Tenuto conto che ai sensi dell’art. 1, comma 651, della Legge 147/2013, per il calcolo della tariffa vengono utilizzati i criteri previsti dal Regolamento di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999 n. 158 applicando il metodo normalizzato;

Rilevato che, ai sensi del comma 654 dell'art. 1 della L. 147/2013, le tariffe devono essere tali da assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio in conformità al piano economico e finanziario;

Visto il Piano Economico e Finanziario e la relazione relativa al servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2016 predisposti dal gestore Net spa, allegato 1 al presente provvedimento;

Ricordato che la tariffa è articolata per fasce di utenza (domestiche e non domestiche) ed è costituita da una parte fissa, determinata in relazione ai componenti essenziali del costo del servizio, e da una parte variabile, rapportata alla quantità di rifiuti raccolti e trattati;

Preso atto che per l'anno 2016 il Piano Economico e Finanziario prevede la ripartizione dei costi del servizio imputandoli per il 44,70% alla parte fissa e il 55, 30% alla parte variabile; 

Considerato che sulla base del costo del servizio previsto dal PEF per l’anno 2016 di € 11.862.000, già calcolato tenendo conto del contributo statale MIUR pari a € 103.000, sono state calcolate le tariffe per le utenze domestiche e non domestiche così come individuate nell’allegato 2;

Precisato che il quadro di sintesi così determinato è inserito nello schema di bilancio di previsione 2016, in corso di approvazione:



Entrata da Tassa rifiuti
	
11.762.000


	
Spesa per contratto di servizio Net spa (al netto degli immobili  comunali)
	
11.205.000




Contributo MIUR
	
103.000


	
Spese per la gestione amministrativa del comune e accantonamenti a f.do rischi 
	
660.000




Totale Entrate
	
11.865.000


	
Totale Spese 
	
11.865.000



Ritenuto di ridurre le tariffe alle categorie 22, 24 e 27 di un importo pari all’8%, corrispondente a presunti €100.000 di mancati addebiti della Tassa rifiuti, la cui copertura resta a carico del bilancio comunale;

Verificato che lo stanziamento di €100.000 sarà inserito in apposita posta del Bilancio di Previsione 2016 in corso di approvazione;

Tenuto conto che, ai sensi dell’art. 1, comma 662, della Legge n. 147/2013, il Comune applica la tassa rifiuti a tariffa giornaliera per coloro che occupano o detengono temporaneamente, con o senza autorizzazione, locali o aree pubbliche o di uso pubblico e che ai sensi dell’art. 15 del Regolamento per la disciplina dell’Imposta Comunale Unica (IUC) – Titolo II - Disciplina della Tassa sui rifiuti - la misura tariffaria è calcolata sulla base della tariffa annuale della classe di utenza, rapportata a giorno e maggiorata del 50%;

Precisato che continua ad applicarsi il Tributo Provinciale per l’Esercizio delle Funzioni Ambientali (Tefa) pari al 4,5 % della TARI;

Visto l’art. 52 del Dlgs 446/97 che attribuisce al comune il potere regolamentare generale sui tributi;

Visto l’art. 1 comma 26 della Legge 208 del 28/12/2015;

Visti i pareri favorevoli espressi ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D.Lgs. 267/2000 dal Dirigente del Servizio Entrate, dott.ssa Mariapia Zampa e dal Responsabile del Servizio Finanziario dott.ssa Marina Del Giudice, pareri conservati agli atti presso l’Ufficio proponente;

D E L I B E R A

Di approvare il Piano Economico e Finanziario e Relazione relativa al servizio di gestione dei rifiuti urbani nel Comune di Udine per l’anno 2016, predisposto dal gestore del Servizio Net SpA, allegato 1 al presente provvedimento;

di approvare le tariffe per l'anno 2016 della tassa sui rifiuti (TARI) per le utenze domestiche e non domestiche come indicate nell’allegato 2 alla presente deliberazione; 

di precisare che la tariffa risultante dall’applicazione del metodo normalizzato di cui al DPR 158/1999, per le sole categorie 22, 24 e 27, viene ridotta dell’8% e il relativo costo trova copertura con apposito stanziamento nel Bilancio di Previsione 2016 nella misura di previsti € 100.000;

di dare atto che le tariffe giornaliere sui rifiuti sono calcolate secondo le modalità previste dall’art. 25 del regolamento per la disciplina della Imposta Unica Comunale – Titolo II – Disciplina della Tassa sui Rifiuti; attuata ex art. 1 c. 651 L. 147/2003 in conformità del DPR 158/99;

di trasmettere la presente deliberazione al Ministero dell’Economia e Finanze secondo le modalità di legge.