Udine Atto

Interpellanza urgente dei Consiglieri Gallanda, Porzio, Passoni, Pittoni e Vuerli su analisi convenienza economica gestione Stadio Friuli. (Presentata in data 07.04.2016) (N. 2016/INT/00016)

Interpellanza del Consiglio comunale N° 2016/INT/00016 del 07 aprile 2016

Presentazione
Discussione
7.4.2016
  • 28.4.2016
  • risposta

Testo

Rilevate

le affermazioni di Giampaolo Pozzo alla conferenza stampa di venerdì 28.09.15: “esiste questa possibilità, di sponsorizzare anche lo Stadio, e di avere degli ulteriori ritorni economici, che sono anche a favore del comune.

Se al comune interessa non buttare via questi soldi, visto che avete bisogno di soldi, lo facciamo, se non gli interessa…”

E

le dichiarazioni dell’assessore Scalettaris sul Messaggero Veneto dell’08.08.2015, a richiesta chiarimenti sui rilievi sullo Stadio da parte dell’Anticorruzione, “l’unico rilievo che ha un certo peso è quello sull’affidamento diretto dei primi lotti che non riguarda il Comune bensì l’Udinese”

CONSIDERATO CHE

nella Delibera 48 del 17.06.2015 “Contratto tra Udinese Calcio S.p.A. ed il Comune di Udine per la ristrutturazione dello Stadio Friuli” da parte dell’autorità Nazionale Anti Corruzione si evince quanto segue: “Sotto diverso profilo va invece messo in rilievo che la procedura esperita dal Comune stesso non rispetta tutte le prescrizioni stabilite dal Codice in tema di concessioni di lavori, stante l’assenza di un progetto almeno preliminare e di un’analisi di convenienza economica dell’operazione da parte dell’amministrazione (il Comune avrebbe dovuto provvedere alla determinazione del potenziale valore della gestione dello stadio, alla stregua di quanto fatto per la stima del valore del diritto di superficie); inoltre, la lex specialis non contempla la presentazione di un piano economico–finanziario per la gestione dell’impianto, indispensabile per la valutazione dei rischi dell’operazione di finanziamento e, quindi, dell’equilibrio economico–finanziario della concessione (tanto che nel bando il valore della gestione dell’impianto è indicato come “indeterminato”);

ALLA LUCE DELLE SEGUENTI EVIDENZE

INTERPELLA IL SINDACO E LA GIUNTA

per conoscere

quali siano state le motivazioni per “l’assenza di un progetto almeno preliminare e di un’analisi di convenienza economica dell’operazione da parte dell’amministrazione”

quali siano state le motivazioni per le quali il Comune non abbia a suo tempo provveduto alla determinazione del potenziale valore della gestione dello stadio, alla stregua di quanto fatto per la stima del valore del diritto di superficie);

quali siano state le motivazioni per cui, quindi, non si sia provveduto alla “presentazione, da parte del concorrente, di un piano economico – finanziario per la gestione dell’impianto, indispensabile per la valutazione dei rischi dell’operazione di finanziamento e, quindi, dell’equilibrio economico – finanziario della concessione”

quali siano state le motivazioni per cui “nel bando il valore della gestione dell’impianto è indicato come “indeterminato””.

Udine, 07.04.2016

f.to Gallanda Claudia M5S, Porzio Mariaelena, Passoni Vanessa, Pittoni Mario, Vuerli Maurizio.