Udine Atto

Interpellanza urgente dei Consiglieri Parente, Porzio, Franceschi, Tanzi e Vuerli avente ad oggetto il licenziamento di nove dipendenti dell'impresa Daneco Impianto S.p.A. (N. 2017/INT/00003)

Interpellanza del Consiglio comunale N° 2017/INT/00003 del 30 gennaio 2017

Presentazione
Discussione
30.1.2017

Testo

Vista la legge 23 luglio 1991, n. 223 (Norme in materia di cassa integrazione, mobilità, trattamenti di disoccupazione, attuazione di direttive della Comunità europea, avviamento al lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro);

Richiamato l’art. 6 del vigente CCNL Federambiente in merito al passaggio diretto ed immediato del personale per l’avvicendamento di imprese nella gestione dell’appalto o dell’affidamento di servizi;

Richiamato altresì l’articolo 2112 del Codice Civile (mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d’azienda);

Ricordato che per la realizzazione di un nuovo impianto di trattamento dell’umido in via Gonars a Udine è stata indetta una gara del valore di circa 33 milioni di euro, il cui termine di presentazione delle offerte è stato fissato per il 12/09/2016 alle ore 12.00, ma anche a distanza di 4 mesi nulla ancora si sa né sulle aziende che hanno partecipato alla gara, né sul suo esito;

Tenuto conto della chiusura dell’impianto di proprietà della Net spa fino almeno al 2019;

Appreso che la società Daneco Impianti spa, che gestiva l’impianto di via Gonars, ha licenziato a causa di quanto sopra, a far data dal 14 dicembre 2016, 9 operai occupati presso tale impianto;

Ricordato che la Net spa si era impegnata a valutare la possibilità di acquisire il ramo d’azienda della Daneco Impianti spa e a valutare l’interesse dell’azienda vincitrice dell’appalto di via Gonars ad assumere eventuali unità in esubero della Daneco Impianti;

Rilevato che socio di maggioranza della Net spa è il Comune di Udine;

Richiamati i verbali degli incontri del 10 e del 19 ottobre 2016, presso gli Uffici della Regione, tra le parti interessate e l’incontro col Sindaco Honsell del 18 ottobre 2016;

Vista la risposta all’interrogazione e risposta immediata n. 510 presentata in Consiglio regionale del consigliere regionale Cristian Sergo, con la quale la Giunta regionale assicurava sul fatto che gli uffici dell’Area Agenzia regionale per il lavoro avrebbero proseguito a monitorare costantemente tale vicenda in tutti i suoi aspetti;

Vista la vicenda imprenditoriale e lavorativa avvenuta durante il 2016 nel territorio del Comune di Porcia, in occasione dell’affidamento in huose del servizio digestione e raccolta rifiuti alla ditta Ambiente Servizi, la quale si è fatta carico dell’assunzione dei dipendenti che lavoravano presso SNU ex articolo 6 del vigente CCNL Federambiente;

Considerato il rischio paventato dalle forse sindacali che non venga riconosciuta nemmeno la mobilità ai dipendenti licenziati.

Tutto ciò premesso:

INTERPELLA IL SINDACO E LA GIUNTA

Per conoscere

quali azioni concrete siano state intraprese per salvaguardare i posti di lavoro dei dipendenti dell’impresa Daneco Impianti, che ad oggi non godono nemmeno di ammortizzatori sociali;

come mai il progetto di questo importante investimento non abbia previsto alcuna tutela nei confronti dei lavoratori che da anni lavoravano presso l’impianto di via Gonars;

se, nel caso in cui sia stato aggiudicato l’appalto, la ditta aggiudicatrice sia stata interessata del problema degli esuberi della Daneco Impianti e quale sia stata la relativa risposta in merito;

per quale motivo alla vertenza in oggetto non sa stato possibile applicare quanto previsto dall’art. 6 del vigente CCNL FederAmbiente per l’assunzione dei dipendenti coinvolti da parte di Net Spa.

Udine, 27/01/2017

f.to Fleris Parente – Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle, Mariaelena Porzio, Roberto franceschi, Vincenzo Tanzi, Maurizio Vuerli.