Udine Atto

Interpellanza del Consigliere Gallanda avente ad oggetto il passaggio di funzioni di un agente della Polizia Locale. (Presentata in data 09.08.2017). (N. 2017/INT/00033)

Interpellanza del Consiglio comunale N° 2017/INT/00033 del 09 agosto 2017

Presentazione
Discussione
9.8.2017

Testo

La sottoscritta consigliera comunale Gallanda Claudia,

PREMESSA

- la pubblicazione dei seguenti articoli sul Blog di Leonarduzzi, in data 06.07.17 e 08.08.2017, che riporto integralmente di seguito, in ordine cronologico:



            ERCOLANONI EXXX…POLZIVE!!! COMANDO NELLA BUFERA…CHI E’ L’AGENTE SEMPLICE DELLA POLIZIA LOCALE DI UDINE RACCOMANDATO CON DESTINAZIONE COMANDO A PALMANOVA?


Date: luglio 6, 2017 4:37 PM

in: Highlights
Chi è? i sospetti cadono su un agente semplice appassionato di esplosioni ravvicinate. Pare che la neocomandante, Fanny Ercolanoni, abbia già firmato il nulla osta affinché il super raccomandato vigile, possa trasferirsi dalla sede dei vigili urbani di Udine, al comando della protezione civile di Palmanova; superate le incombenze burocratiche, l’agente semplice potrà dedicarsi ai centri avventura e ad osservare i led che appaiono sugli schermi della centrale spaziale che ha sede a Palmanova. 

In comando a Udine è tornata la bufera, che livello di copertura politica è stato scomodato per accontentare il poliziotto? C’è un feed back fra la giunta comunale e quella regionale? Fra i colleghi di Udine lo spaesamento è totale. Ma come? siamo sotto organico e la comandante se ne sbatte? Tuttavia a Palmanova hanno tirato un sospiro di sollievo: all’interno del comando protezione civile non si usa l’arma. Lo spumante è in frigo, luglio col bene che ti voglio.

E


            MATTEO COLAUTTI EXXX…POLZIVE!!! UDINE INFETTA, REGIONE MARCIA: A UDINE CONTA IL SEDERE! PREMIATO IL VIGILE CHE UN ANNO FA SPARO’ ACCIDENTALMENTE A UNA COLLEGA NEL COMANDO VIGILI DI UDINE


Date: agosto 8, 2017 5:38 PM

in: Highlights
Premiato il vigile che una anno fa colpì una collega con un colpo di pistola partito accidentalmente. Udine infetta, Regione marcia. Esattamente un mese fa, qui sulla pagina che fa tendenza, i comancheros di Leopost anticiparono la notizia che la neo comandante Fanny Ercolanoni, avrebbe firmato il nulla osta per il passaggio dell’agente Matteo Colautti, assegnato al nucleo ciclisti del corpo di polizia locale di Udine, presso il comando della protezione civile di Palmanova. 

La mentitrice e pupilla del peggior sindaco di Udine, Fanny Ercolanoni, fece ciò che sa fare meglio: mentì!

Oggi, martedì, viene pubblicata la determina che coincide perfettamente con quanto anticipato dal blogger: A Matteo Colautti, l’agente che un anno fa si rese protagonista della rocambolesca vicenda dello sparo nel comando dei vigili di Udine in cui rimase ferita gravemente la collega Elia Iop, sarà assegnato un incarico-premio.

Sul drammatico episodio, quasi un tentato omicidio, la procura aprì il fascicolo, ci fu l’indagatura e tutto venne sottaciuto. 

Un debolissimo provvedimento disciplinare (qualche mese di sospensione) fu preso contro il Colautti dall’ufficio personale del comune di Udine. Tutti rimasero sbalorditi. 

Quali traffici d’influenze sono generati dal fatto che l’agente-ciclista Colautti è compagno dell’assessore comunale di Udine, Cinzia del Torre? Come mai, visto il degrado della città e la mancanza di personale denunciata recentemente dalla neocomandante Fanny voluta da Honsell, un agente viene trasferito alla Protezione civile di Palmanova per “urgenti esigenze occupazionali…?” 

A Udine, città di residenza di Serracchiani, scoppia lo scandalo del secolo. Udine infetta regione marcia. Ecco la determina:

UNIONE TERRITORIALE INTERCOMUNALE del FRIULI CENTRALE

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

0310 - SERVIZIO RISORSE UMANE DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA

Oggetto: Dott. Matteo Colautti. Comando presso Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

N. det. 2017/0310/144

N. cron. 276 del 07/08/2017

Il Responsabile del Servizio

VISTA la nota Prot. n. 0013423/P del 29.06.2017 (PG/A 0025494 del 29.06.2017) con la quale la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione Generale – Servizio organizzazione, valutazione e relazioni sindacali personale regionale, ha formalizzato la richiesta all'UTI Friuli Centrale di attivazione di un periodo di comando per il dott. Matteo Colautti, Cat. PLA – posizione economica PLA1, dipendente dell'UTI Friuli Centrale e assegnato al Corpo di Polizia Locale – U.S. Nucleo ciclisti, per le urgenti esigenze occupazionali della Protezione Civile della Regione medesima, ai sensi dell'art. 27 della L.R. 18/2016;

VISTA la nota della dott.ssa Fanny Ercolanoni, Comandante del Corpo di Polizia Locale, di data 22.07.2017, con cui viene rilasciato il nulla osta al comando in parola, subordinato, per quanto riguarda l'impiego tecnico-operativo del dott. Collutti, alla verifica positiva dei presupposti normativi nazionali e regionali vigenti in materia di polizia locale e istituto del comando;

VISTA, infine, la nota PG/P 0029710 del 27.07.2017 con la quale l’UTI Friuli Centrale manifesta la disponibilità in ordine all’attivazione del comando, precisando che il suddetto istituto viene concesso nei limiti e per gli effetti dell’art. 17 della legge regionale 9/2009, per il periodo di un anno e indica quale data di decorrenza del comando il 01 agosto 2017;

VISTO l’art. 17 della legge regionale 9/2009, ai sensi del quale in particolare:

i regolamenti degli enti singoli o associati prevedono che i comandi e i distacchi del personale di polizia locale ad altro ente siano consentiti solo per l’assolvimento di compiti inerenti alle funzioni di polizia locale;

il personale di polizia locale opera alle dipendenze funzionali del comandante del Corpo di polizia locale dell'ente locale che ne ha fatto richiesta, mantenendo il rapporto con l'ente di appartenenza agli effetti economici, assicurativi e previdenziali;

i comandi e i distacchi presso strutture di polizia locale per soccorso in caso di calamità o per rinforzare altri Corpi in particolari occasioni eccezionali o stagionali, sono ammessi previa definizione di appositi accordi tra le amministrazioni interessate e comunicazione al Prefetto;

VISTA infine la nota Prot. n. 0015796/P del 02.08.2017 (PG/A 0030611 del 03.08.2017) con la quale la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione Generale – Servizio organizzazione, valutazione e relazioni sindacali personale regionale propone quale data di decorrenza del comando il 01.09.2017;

RITENUTO, alla luce di un tanto, di accogliere la richiesta della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione Generale – Servizio organizzazione, valutazione e relazioni sindacali personale regionale;

D E T E R M I N A

1. di disporre il comando presso la Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nei limiti e per gli effetti dell'art. 17 della legge regionale 9/2009, del dipendente dott. Matteo Colautti – agente di Polizia comunale –CAT. PLA – posizione economica PLA1, per il periodo di un anno a decorrere dal 01.09.2017 a tutto il 31.08.2018,

2. di corrispondere al dipendente, nel periodo di attuazione del comando, il trattamento economico di spettanza, salvo eventuali adeguamenti contrattuali, proseguendo altresì a versare l’importo dei contributi e delle ritenute sul trattamento medesimo;

3. di trasmettere con cadenza mensile ai competenti uffici della Regione il rendiconto degli oneri sostenuti dalla scrivente Amministrazione ai fini del relativo rimborso a favore dell'UTI Friuli Centrale a mezzo di versamento sul c/c bancario IT 29 K 02008 12310 000104401143 acceso presso UNICREDIT SPA;

4. di trasmettere copia del presente provvedimento: 

- alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,

- al dipendente interessato,

- al Comandante del Corpo di Polizia Locale,

- al Responsabile dell’U.O. Trattamento Economico.

Il Responsabile del Servizio Giuseppe Manto" 

INTERPELLA IL SINDACO E L'ASSESSORE DEL TORRE

1) se ritengano che le notizie riportate nel Blog sopra citato siano corrispondenti al vero, se fossero al corrente di questo fatto e quale sia il loro giudizio nel merito, 

2) in caso affermativo, quale sia il trattamento economico e l'inquadramento contrattuale alla data odierna (09.08.2017) e quello futuro (a partire dal 01.09.2017) del dott. Colautti, nel dettaglio, 

3) nel qual caso, come parrebbe, sia previsto un miglioramento delle condizioni contrattuali, se questo sia da attribuirsi alle competenze ed ai meriti nel corso del percorso lavorativo del dott. Colautti (se si quali siano) o unicamente al rapporto esistente con un assessore dell'attuale giunta udinese,

4) se ritengano che la questione dello sparo alla collega sia stata adeguatamente sanzionata,

5) se ritengano che allora le norme di sicurezza siano state rispettate,

6) se ritengano opportuno, in un momento già critico per la carenza di personale presso la polizia locale, dovuta anche all'avvento delle Uti,

nonché alla grave questione del concorso per agente ancora bloccato, rinunciare alla collaborazione di un agente già formato e esperto come il dott. Colautti,

7) quali siano "le urgenti esigenze occupazionali della Protezione Civile della Regione medesima", citate nella delibera sopra riportata, nel dettaglio?

CHIEDE

Ai sensi dell’articolo 30 comma 7 del vigente Statuto del Comune di Udine, che venga data risposta, tenendo in debito conto tutti i punti di domanda con relative specifiche, per evitare inutili costi di amministrazione, dovuti al reitero della stessa, entro 30 gg. alla presente interpellanza.

Udine 09.08.2018.


Claudia Gallanda.

Consigliera comunale di Udine

M5S.


            (Pervenuta mediante posta elettronica)