Udine Atto

Interpellanza urgente del Consigliere Parente e altri relativa alla tutela dei diritti di natura economica dei lavoratori che svolgono il servizio di portierato presso la Udine Mercati s.r.l. (Presentata in data 13.02.2018) (N. 2018/INT/00003)

Interpellanza del Consiglio comunale N° 2018/INT/00003 del 13 febbraio 2018

Presentazione
Discussione
13.2.2018
  • 16.2.2018
  • risposta

Testo

PREMESSO

Che il servizio di portierato di Udine Mercati srl è stato affidato dal 01.10.2016 al 30.09.2018 alla società Gsa spa

VISTO

che il Comune di Udine è socio di maggioranza di Udine Mercati srl

che l’invito ad offrire della Udine Mercati emesso in data 5 luglio 2016 prevedeva la continuità di lavoro con le persone precedentemente utilizzate e l’obbligo di garantire il mantenimento dei diritti di natura economica e normativa riconosciuti ai lavoratori occupati nel precedente appalto 

che Udine Mercati srl ha la facoltà di recedere anticipatamente il contratto con un preavviso di un mese o, immediatamente, laddove ricorra una giusta causa

che i pagamenti di Udine Mercati srl nei confronti della Gsa spa dovrebbero avvenire previa verifica dell’adempimento da parte dell’impresa appaltatrice delle obbligazioni retributive, contributive e fiscali relative al personale occupato nell’appalto secondo normativa specifica in vigore

che già nel bilancio 2016 Udine Mercati srl riteneva la Gsa spa inadempiente con riferimento alla clausola sociale, non procedendo alla corresponsione ad alcuni dipendenti di alcuni elementi retributivi di cui godevano al momento della cessazione del precedente appalto

che già nel bilancio 2016 è stato accantonato un fondo rischi in relazione ad un contenzioso in essere con la Gsa spa per quanto detto, in virtù della responsabilità solidale e per un valore complessivo di € 10.000

CONSIDERATO

che nelle buste paga dei lavoratori non sono stati riconosciuti superminimi, il lavoro notturno viene pagato con una maggiorazione del 20% anziché del 30%, non vengono riconosciute le maggiorazioni per i giorni festivi, le indennità di funzione, di reperibilità e disponibilità, ed alcuni lavoratori hanno subito una riduzione della retribuzione oraria di circa € 2

che questa situazione va avanti da molti mesi ed ha costretto i relativi lavoratori ad affidarsi ad un legale per difendere i propri diritti

che il committente, ovvero Udine Mercati srl, è responsabile in solido, ai sensi dell’art. 1676 c.c. e dell’art. 29 Dlgs 276/03, per quanto è dovuto ai dipendenti dell’appaltatore per l’attività eseguita nell’appalto (retribuzioni, indennità, rimborsi etc.)

che con il Dl 25/17 è stato cancellato il beneficio della preventiva escussione e quindi il lavoratore può agire per il riconoscimento dei pagamenti direttamente nei confronti del committente salvo il diritto di quest’ultimo di agire nei confronti dell’appaltatore per ottenere il rimborso di quanto pagato

Tutto ciò premesso:

INTERPELLA IL SINDACO E LA GIUNTA

Per sapere

Come mai la Udine Mercati srl non abbia esercitato la facoltà di recesso anticipato visto i gravi e protratti pregiudizi economici arrecati ai lavoratori impiegati nel servizio di portierato.

Udine, 03/02/2018

Fleris Parente, Mariaelena Porzio, Roberto Franceschi, Maurizio Vuerli, Giovanni Marsico


            (Pervenuta mediante posta elettronica)