Udine Atto

Interrogazione del Consigliere Perozzo avente ad oggetto "Cittadella giudiziaria". (Presentata in data 08.06.2016) (N. 2016/INT/00042)

Interrogazione del Consiglio comunale N° 2016/INT/00042 del 08 giugno 2016

Presentazione
Discussione
8.6.2016

Firmatari

Testo

Premesso che:

in data 11 aprile 2016 rivolgevo un’interrogazione al Sindaco ed alla Giunta chiedendo “quali iniziative abbiano preso e/o stiano prendendo al fine di rispettare il suesposto impegno assunto in campagna elettorale”; nella specie si trattava dell’impegno così riassunto: “I candidati alla funzione di Sindaco della città di Udine si impegnano a realizzare, durante il loro mandato, una Cittadella giudiziaria, che accorpi tutti gli Uffici attualmente distaccati fuori dal tribunale, in centro e in contiguità all’attuale tribunale, coinvolgendo nella scelta gli organi istituzionali dell’Avvocatura”;

in data 9 maggio 2016 ricevevo il riscontro dell’arch. Lorenzo Agostini, Dirigente del Servizio Infrastrutture 2;

il mio interesse nella questione era più politico che tecnico, perciò avrei preferito (e preferirei oggi) ricevere una dichiarazione di volontà da parte del Sindaco;

la risposta dell’Arch. Agostini conteneva alcuni passaggi di non immediata comprensibilità, nella specie:

a) “il nuovo quadro venutosi a creare a seguito degli accorpamenti ha determinato una situazione diversa da quella precedentemente considerata, con la necessità di dare risposte coerenti e di più ampia portata rispetto a quelle conosciute nell’aprile del 2013, dovendo anche tenere conto della necessità di investimenti economici importanti ma non sostenibili in relazione ai limiti di spesa imposti dal Patto di Stabilità”;

b) “per tenere fede agli impegni precedentemente assunti, il Comune ha comunque avviato una fattiva collaborazione con l’Agenzia del Demanio, con il Tribunale e con la Procura per individuare concrete e fattibili soluzioni da porre in essere in tempi contenuti”;

essa inoltre non chiariva quale debba considerarsi attualmente il ruolo dell’amministrazione comunale nella vicenda in esame a seguito della Legge 23 dicembre 2014 n. 190.

Tutto ciò premesso, il sottoscritto consigliere comunale 

INTERROGA

il Sindaco e la Giunta affinché vogliano:

illustrare se le loro intenzioni programmatiche siano ancora quelle già assunte in campagna elettorale o se esse si siano modificate (nel caso, perché?);

spiegare quali sono e saranno gli obblighi e gli oneri incombenti sull’amministrazione comunale a seguito della Legge n. 190/2014.

Si chiede che alla presente interrogazione venga data risposta scritta entro 30 giorni, ai sensi dell’art. 30 del Regolamento del Consiglio comunale.

Udine, lì 7 giugno 2016

f.to Paolo Perozzo – M5S Udine