Udine Atto

Mozione del Consigliere Della Rossa avente ad oggetto "Rivedere le zone di rispetto cimiteriali". (Presentata in data 21.09.2016) (N. 2016/MZ/00032)

Mozione del Consiglio comunale N° 2016/MZ/00032 del 21 settembre 2016

Presentazione
Approvazione
21.9.2016

Firmatari

Testo

Venuto a conoscenza della lettera del Dirigente del Servizio Edilizia Privata dottor Giorgio Pilosio inviata all’Udinese calcio inerente l’avvio del procedimento di demolizione del fabbricato Udinese Store adibito alla vendita magliette – gadgets e prodotti vari in viale Agostino e Angelo Candolini (accanto allo Stadio) in quanto è scaduta la validità della concessione provvisoria in quanto ricadente entro i 200 metri di rispetto del cimitero,

Considerato che il cimitero dei Rizzi è l’unico dei quattro a non aver subito riduzioni, ritengo si possa avvalersi della legge 1° Agosto 2002 n° 166 articolo 28 dove il Consiglio Comunale, previo parere favorevole della competente azienda sanitaria locale, può modificare il limite di rispetto e, visto il grande doppio vialone Agostino e Angelo Candolini, via Floriano Candonio e i parcheggi siano ormai punti fermi e non modificabili, il Consiglio Comunale

Invita

il Sindaco e la Giunta a rivedere tali vincoli.

Posso capire che una salvaguardia di rispetto ci sia per una struttura così significante, ma vanno valutate più cose, altrimenti, il tiro a segno a fianco del cimitero monumentale, fa a pugni con il “rispetto” in quanto è a 20/25 metri.

Per quanto riguarda la disponibilità di aree che la legge ti obbliga avere nel “campo comune” per eventuali eventi dovuti alla natura o sanitari, sono ben coperti, in quanto, il conteggio che viene fatto sui 4 cimiteri, deve essere una volta e mezza gli spazi utilizzati negli ultimi 10 anni.

Il problema degli spazi con l’evento delle cremazioni (la prima porta la data del dicembre 1992 ero Assessore del Servizio) che dopo un primo momento di riflessione della Chiesa, piano piano hanno preso piede, tant’è, che il grafico a partire dal 1998 segue una percentuale che si aggira intorno al 18% per arrivare nel 2015 al 65% rispetto alle altre sepolture: campo comune, aree riservate e colombari tutti in flessione.

Non voglio entrare nel merito dell’iter che gli uffici devono seguire a seguito della ingiunzione del fabbricato Udinese store che, qualsiasi sia la conclusione, mi pare assurdo, alla luce di quanto la legge 166 del 2002 art. 28 che ha modificato la possibilità di rivedere i limiti del rispetto cimiteriale, non porsi il problema anche in considerazione che già riduzioni di vincoli sono stati fatti per gli altri tre cimiteri dove a Paderno si è passati dai 200 metri ai 100, a Cussignacco a 60 metri al Monumentale di San Vito varia da 55 a 200 metri.

Udine, 20 settembre 2016

f.to comm. Franco Della Rossa

Consigliere Comunale

Lista Honsell